Arte Cultura Mostre

“L’amour toujours”, da Up Urban la seconda mostra sull’amore

“L’amour toujours”, da Up Urban arriva la seconda mostra sull’amore

Dal 29 aprile al 31 maggio 2021 il secondo step del progetto dedicato all’amore della galleria Up Urban Prospective Factory. 


Dire dell’amore è cosa difficile, non potremmo aggiungere nulla a ciò che che ricordiamo dei versi poetici, ma possiamo ancora guardare, e forse guardare ci può aiutare ancora a capire.

I temi affrontati nel secondo progetto espositivo di Up Urban Prospective Factory a Torpignattara dedicato all’amore, discutono di altri e nuovi aspetti di questo sentimento: lo conosciamo, lo viviamo, lo rifiutiamo, in fondo non lo capiamo, ma ne abbiamo bisogno.

castello-muraglia-ragazza-ragazzo-drago
Gerlanda Di Francia

Gli artisti in mostra

I 4 artisti di “L’amour toujours deuxième partie“, a cura di Rossana Calbi e Marta Di Meglio, sono per la prima volta ospiti dello spazio espositivo e la loro poetica si dichiara lungo le pareti in un dialogo estetico che manca di romanticismo, ma affronta momenti vividi di un’esperienza.

Per la prima volta in un progetto a 4 mani, Linda De Zen e Stefano Mendeni si costringono a una comunicazione con linguaggi differenti.

In questa diversità espressiva, Mendeni usa la perentorietà del legno mentre Linda De Zen si esprime in modo sincronico con la tridimensionalità dei filami: i suoi vuoti non devono essere riempiti, circumnavigano la fisicità del legno e diventano tutt’uno in un’analisi del linguaggio antico che ci parla ancora oggi e che riconosciamo perché di questo ci siamo nutriti anche indirettamente.

Esattamente come ci ha nutrito la natura, nonostante il nostro rifiuto: è lei che sempre ci riporta a sé, volenti o nolenti, in un rapporto ambivalente in cui ci impegniamo a distruggerla con ogni nostra azione e la ammiriamo per la sua bellezza che non riconosciamo più in noi.

Daria Palotti confeziona dunque una nascita, la calibra semplicemente con tecniche classiche come l’acquerello e la scultura in terracotta.

Acqua e terra si coniugano in molteplici profili, stilizzati in una bellezza delicata con colori morbidi che ci parlano di un amore che dovremmo conoscere bene e che continuiamo a rifiutare. 

La biografia estenuante di questa nostra ricerca si chiude di fronte a noi nei cuori infranti di Gerlanda Di Francia che omaggiano una storia d’amore che diventa arte.

The Lovers“, la performance di Marina Abramović e Ulay del 1988, è stata raccontata da Rossana Calbi sulle pagine di Frisco Speaks (Edizioni del Frisco), un racconto a cui Gerlanda ha dato colore.

The Lovers” è una storia d’amore che si chiude e irrimediabilmente diventa altro: un nuovo incontro, una nuova vita.

Amarsi vuol dire scegliersi, costruire quell’incontro, prima, dopo e durante.

Ancora adesso questo cammino verso l’altro non ha generato una separazione, ma un’eredità stilistica che continuano a raccontare nuove visioni, dolorose, tenere e vive.


INFO MOSTRA

– Titolo:
L’amour toujours deuxième partie

– A cura di:
Rossana Calbi e Marta Di Meglio

– Dove:
Up Urban Prospective Factory
Via Ciro da Urbino 51

– Durata:
Fino al 31 maggio 2021

– Orario visita:
lunedì 16.30–21, martedì chiuso, mercoledì 10.30–13, giovedì 10.30–13, venerdì 16.30–18.30,
sabato 16.30–18.30, domenica su prenotazione

– Biglietti:
Ingresso libero

– Info:
Tel: 338-7331842
Mail: upcontemporarygallery@gmail.com

(© The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: