Cultura Teatro

“Lo chiamavano Teatro”, un anno di pandemia in un corto

“Lo chiamavano Teatro”, il corto di Basile a un anno dalla chiusura

A un anno esatto dalla comparsa del virus e dal blocco totale delle attività in tutti i teatri italiani, è stato realizzato un corto dal titolo emblematico di “Lo chiamavano Teatro”, scritto e interpretato da Luca Basile con la regia di Riccardo Giacomini e girato negli spazi del Teatro Trastevere.

Uno short movie che parte dall’anno 1 d.C. (dopo Covid), per richiamare l’attenzione proprio sugli effetti devastanti che un solo anno senza teatro è riuscito a creare in un settore sempre più impoverito, al quale questa pandemia sembra aver dato il colpo finale.

teatro-sipario

I protagonisti del corto

Al corto hanno partecipato Fabrizio Colica, Ludovica Di Donato (la giovane attrice divenuta virale per i suoi video su Tik Tok), Luca Basile, Elena Perrone, Matteo Cirillo, Viviana Colais, Fortunato Marco Iannaccone, Silvia La Monaca, Christian Laiontini e la piccola Nina Del Buono d’Ondes.

A distanza di un anno dalla chiusura dei teatri a livello nazionale, un gruppo di curiosi muniti di mascherina si dedica a una passeggiata archeologica condotti da Fabrizio Colica nei panni di una guida d’eccezione.

È l’1 d.C. (primo anno dopo Covid) e lentamente, sebbene con molte cautele, le persone cominciano a partecipare alle visite guidate.

Si tratta in questo caso di un gruppo eterogeneo: una coppia di ipocondriaci (Luca Basile ed Elena Perrone), di entusiasti sempre alla ricerca di nuove chicche da raccontare (Matteo Cirillo e Viviana Colais) e di una coppia improbabile poco aperta alle novità (Fortunato Marco Iannaccone e Silvia La Monaca).

Segue il gruppo Ludovica Di Donato nei panni di una spassosa maestra che porta la propria allieva (Nina Del Buono d’Ondes) nelle sue passeggiate archeologiche.

“Un anno che rende incerto il futuro del teatro”

Come dichiara lo stesso autore e attore Luca Basile: “Quando ho avuto questa idea e coinvolto i miei colleghi attori, non avrei mai pensato di trovare tanta sinergia“.

Non solo gli attori ma anche la troupe tecnica e il Teatro Trastevere hanno dato la totale disponibilità perché questo piccolo corto accendesse l’ennesimo occhio di bue sulla situazione emergenziale di un’arte che in Italia rischia di scomparire“.

Un anno di assenza allo stato attuale che rende estremamente incerto il futuro del teatro“.

Dichiara invece il regista Riccardo Giacomini: “Credo fosse novembre e Luca Basile mi chiamò parlandomi di questa sua idea di voler scherzare sul teatro come fosse una visita guidata all’interno di un luogo abbandonato da tempo“.

Prima ancora che finisse di spiegarmi avevo già detto sì, perché in pieno lockdown, dentro le quattro mura di casa mia, avevo fantasticato sulla stessa cosa“.

L’ho visto come un segno del destino, più che una coincidenza, e quindi sono stato molto contento di aver dato il mio contributo al progetto. Sul set si respirava aria di condivisione e solidarietà da parte di tutti, dal cast alla troupe“.

I teatri di Roma che hanno aderito all’iniziativa

Oltre alle tante istituzioni culturali di tutta Italia che hanno accettato di condividere “Lo chiamavano Teatro” sui propri canali, moltissimi sono stati anche i teatri di Roma che hanno supportato l’iniziativa:

  • Anfitrione
  • Arcobaleno
  • Ar.Ma Teatro Roma
  • Auditorium Conciliazione
  • Basilica
  • Belli
  • Brancaccio
  • Brancaccino
  • Centrale Preneste
  • Ciak
  • Cometaoff
  • Degli audaci
  • Dei contrari
  • De’ Servi
  • Della Cometa
  • Delle muse
  • Di documenti
  • Euclide
  • Flaviano
  • Garbatella
  • Ghione
  • Golden
  • Italia
  • I Viaggi di Adriano
  • Le Maschere
  • Lo Spazio
  • Manzoni
  • Marconi
  • Multilingue
  • Nino Manfredi
  • Off Off
  • Olimpico
  • Palazzo Santa Chiara
  • Parioli
  • Petrolini
  • Porta Portese
  • Prati
  • Roma
  • Sala Umberto
  • Sette
  • Spazio Diamante
  • Spazio 18B
  • Stanze Segrete
  • Teatrosophia
  • Testaccio
  • Tirso de Molina
  • Trastevere
  • Verde
  • Vittoria

Il corto sarà online da oggi, lunedì 1 marzo alle ore 15 e sarà trasmesso sulle pagine di tutti i teatri romani, nazionali e associazioni che hanno aderito all’iniziativa di sensibilizzazione.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

1 comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: