concorso

#LiveReport: “Non è mica…”, la quinta serata a ‘Na Cosetta

Capita di essere nel posto giusto quando mentre cerchi parcheggio nella piazza buia vicino a ‘Na Cosetta incontri una ragazza che cammina al centro della strada suonando la chitarra e la senti mormorare “questo amore perfetto non deve iniziare”.

Capita di essere nel momento giusto quando all’inizio della serata di “Non è mica da questi particolari che si giudica un cantautore” si abbassano le luci e parte in sottofondo un brano di De Gregori. Quando capita di seguire le serate di questo concorso di scrittura su commissione per cantautori, allora sì, capita di essere nel posto giusto e nel momento giusto.

Posti e momenti. È stato questo il tema della scorsa serata di poesia e musica – precisamente era il 19 aprile – a ‘Na Cosetta, quando come traccia di partenza era stata assegnata ai cantautori un componimento del poeta Guido Catalano che recita:

E fu così che ci trovammo / nel posto più sbagliato / nel momento giusto / o forse / era il posto giusto / al momento sbagliato / con tutta probabilità / era tutto sbagliato / il posto / ed il momento

Un pugno di versi, dieci, che ha riunito i dieci cantautori a comporre un decalogo di brani che declinassero il tema del caso. E tra il giusto e lo sbagliato si sono esibiti via via i dieci artisti iscritti al concorso: Dogs Love Company, Marat, Ottobre, Drugo e il complesso di Napoleone, Flavia Pasqui, Le teorie di Copernico, Livio Livrea, Giulia Olivari, Alessandro Ruvio, Giovanni Amirante. Ed Edy Paolini, “l’undicesimo uomo” della serata.

E così a partire dai versi di Guido Catalano sono nate canzoni di partenze, di “andiamo via!”, di rigori alle ultime partite, storie orientali, brani di attese “oltre il decimo bicchiere”… Ascoltate tutte molto attentamente dal pubblico e dall’ospite speciale venuto direttamente da Torino, Federico Sirianni, cui è spettato il ruolo di sostituto del poeta per il voto sulla composizione musicale e attinenza alla traccia in giuria – assieme a Giorgio Olmoti per il testo e Alessia Pistolini per l’interpretazione.

E poi ancora quel 19 aprile era nel momento e posto giusto l’ospite Naelia, con dei brani profondi e caldi come il centro della terra, tratti dal suo nuovo disco. Al termine della serata, dopo la benedizione di Federico Sirianni che ci ha fatto ascoltareIl Santo, è stata annunciata la classifica generale del concorso:
Marat, 2° Le teorie di Copernico, 3° Giulia Olivari, 4° Ottobre, 5° Alessandro Ruvio, 6° Flavia Pasqui, 7° Drugo e il complesso di Napoleone, 8° Dogs Love Company, 9° Giovanni Amirante, 10° Livio Livrea.

Questi i blocchi di partenza di stasera. Oggi sarà la volta del penultimo appuntamento di “Non è mica da questi particolari che si giudica un cantautore”, con giuria e ospiti d’eccezione, come ormai per questa serata è regola: saranno infatti presenti Alessandro Sgritta, Marco Sinopoli, Daphne Nisi ai voti e Danilo Ruggero, Gabriella Martinelli e Alessio Bonomo agli strumenti. L’undicesimo uomo sarà Christian Dalenz.

E sia il posto giusto, sia il momento sbagliato, comunque stasera per gli artisti sarà d’importanza primaria attenersi alla traccia, al monito di Paolo Rossi: “l’importante è non cadere dal palco“.

The Parallel Vision ⚭ _ Margherita Schirmacher)
(Foto: © Giusy Esposito)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...