Recensione

Meglio di una soap e più intriganti di una telenovela: sono i… “Segreti di famiglia”

Le parole non scappano: si dicono!”. Grazie a questo mantra che guarisce persino i più incalliti giocolieri di parole usate a caso (o per caso), “Segreti di famiglia” in scena fino al prossimo 15 ottobre al Teatro Vittoria diventa ad honorem il manifesto della nuova stagione teatrale romana.

Se foste presi dalla sana idea di scoprire cosa trasforma uno spettacolo teatrale in un’occasione da non perdere, sarebbe fortemente consigliato andare ad assistere alla commedia agro dolce “Segreti di famiglia” di Enrico Luttmann e portato in scena da Viviana Toniolo e Stefano Messina.

segreti-di-famiglia-teatro-vittoria-roma-2017-1La storia è familiare, lineare, apparentemente fin troppo semplice ma, come diceva il grande Bruno Munari, è proprio l’operazione del semplificare quella più difficile fra tutte. “Pochi sono capaci di semplificare“, spiegava, “perché per semplificare bisogna togliere, e per togliere bisogna sapere che cosa togliere”.

In questo caso sono stati eliminati gli eccessi e le possibili banalizzazioni nelle quali può inciampare una commedia. “Segreti di famiglia” (diretta per l’occasione da Marco Maria Casazza) vanta una scenografia deliziosa, un piccolo thun vivente fra linee e forme in grado di sollecitare la memoria e condurla verso immagini di una imperfetta perfezione, che poi altro non è che la formula della vita.

segreti-di-famiglia-teatro-vittoria-roma-2017-2

Viviana Toniolo

Le musiche e le luci sono garbate co-protagoniste di Grazia (Viviana Toniolo) ed Adamo (Stefano Messina), rispettivamente energica mamma e sensibile figlio. Adamo è un autore teatrale, nemmeno troppo sfortunato così come l’immaginario collettivo ama fantasticare sugli operatori del teatro. Lui scrive, lo fa bene, ma non sempre la strada per il successo o per un lavoro ben fatto sono percorsi semplici.

A chi ci si rivolge quando si ha bisogno di coccole aggiuntive, gratuite ed instancabili? Alla mamma! Solo che nel nostro caso la mamma è una strepitosa tigre indomabile come Viviana Toniolo che sul palcoscenico (come nella vita, in realtà) è una forza della natura. Per capire di cosa parlo, leggete l’intervista che abbiamo fatto a giugno alla direttrice artistica del Vittoria.

segreti-di-famiglia-teatro-vittoria-roma-2017-3

Stefano Messina

Accade quindi che questa mamma non sia proprio felice di (ri)accogliere il figlio in casa perché malata di cancro ai polmoni e decisa a non dire nulla al suo bene più prezioso, fino alla fine. Così fra dialoghi a tratti esilaranti, a tratti commoventi, colpi di scena e lezioni di stile, si snoda il racconto della vita di Grazia ed Adamo.

Ben oltre la lettura critica della drammaturgia proposta va considerata l’analisi dei molteplici sottotesti per i quali questa commedia sollecita le nostre intelligenze emotive. C’è la sintesi del rapporto genitori-figli, legame che nessuna ragione può spiegare se non guidata dall’istinto.

segreti-di-famiglia-teatro-vittoria-roma-2017-4Ci sono le argomentazioni sul tema dell’accoglienza e della comprensione. E del perdono che trae origine, prima di tutto, dalla capacità di perdonare noi stessi. C’è la vita che vince la morte anche quando essa ne prende il ruolo.

Segreti di famiglia“, presentato in prima assoluta, apre la stagione del Teatro Vittoria ed è la nuova produzione di Attori&Tecnici. Viviana Toniolo ha riconosciuto le potenzialità drammaturgiche di quest’opera e ne ha sostenuto il progetto in linea con la mission de “La Compagnia Attori&Tecnici” che rivolge particolare attenzione alla nuova drammaturgia contemporanea, come testimoniano il lavoro artistico e le numerose regie firmate da Attilio Corsini e Stefano Messina.

viviana-toniolo-intervista-teatro-vittoria-2017-3322-9Andate a teatro dunque e se possibile, andate a teatro con l’entusiasmo di chi scommette sul nuovo senza dimenticare il passato.

The Parallel Vision ⚭ _ Raffaella Ceres)
(Foto: © Manuela Giusto)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...