Cultura

“Dimmi di che Segno sei” è il primo romanzo di Alessia de Luca. L’intervista all’autrice.

Romana di nascita, milanese d’adozione e Scorpione ascendente Leone di professione, Alessia De Luca lavora in un’agenzia pubblicitaria all’ombra del Duomo, è grande appassionata di musica e scrive oroscopi su http://www.alfemminile.com. Ed è proprio il misterioso legame tra le stelle e le nostre vite il protagonista di “Dimmi di che Segno sei”, una storia d’amore divisa in 4 volumi che insieme formano il suo primo romanzo (o se preferite, i suoi primi 4 romanzi). L’opera, edita da Rizzoli, racconta le vicende di Francesca, una donna romantica e intelligente di quasi 40 anni alla costante ricerca del grande amore e con un occhio puntato ogni giorno all’oroscopo della sua rivista preferita. Romanzo semi-autobiografico, ironico, avvincente e pieno di sorprese, “Dimmi di che Segno sei” mette a fuoco il nostro costante bisogno di credere all’imprevedibilità delle emozioni ed è proprio quello che ogni giorno spinge Francesca, una sorta di alter-ego dell’autrice, ad inseguire qualcosa (qualcuno, in questo caso) che spesso per le stelle è sinonimo di felicità. Ma non è forse vero che anche gli astri possono mentire? Ne abbiamo parlato con l’autrice.

Alessia, “Dimmi di che Segno sei” è il tuo esordio letterario. Ci racconti come e quando nasce l’idea di questa serie di libri?
In realtà non è un esordio, avevo già pubblicato un libro nel 2012, “Oroscopo 2013”, con Baldini, Castoldi&Dalai in cui raccontavo i segni zodiacali attraverso gli aneddoti della cultura pop. Questo invece è il mio primo romanzo, o meglio, i miei primi quattro. Era tanto che volevo unire le mie due passioni, astrologia e scrittura, raccontando in parte quello che succede nella mia vita reale, parlando d’amore e giocando con le stelle, tra ironia e miti da sfatare.

Chi è Francesca, la protagonista della storia?
E’ una fantastica Scorpione ascendente Leone, un quasi 40enne che si sente una ragazzina. Single, intelligente, ironica, indipendente. Vuole l’amore ma in fondo non vuole rinunciare alla sua libertà, gli schemi matrimonio-figli-famiglia felice forse non sono per lei. Guarda il mondo con occhi sexy, non può fare a meno di flirtare, anche se dopo una cocente delusione d’amore ha le sue riserve. E’ appassionata di stelle, ha deciso “basta uomini Bilancia”, ogni settimana legge l’oroscopo della sua rivista preferita che a quanto pare, sembra azzeccarci sempre. Finché non incontra Massimo, di cui non saprà mai il segno zodiacale. Le loro vite si intrecceranno a quella di altri personaggi e andando avanti con i 4 libri si farà strada in lei il grande dubbio: quanto decidono le stelle in amore?

Quanto c’è di autobiografico in questa vicenda?
Il carattere di Francesca è simile al mio, Scorpione ascendente Leone, entrambe viviamo in un film, se non fosse che io non tornerei mai a vivere a Roma per ora e mi sento più legata al mio lato razionale che Milano soddisfa in pieno. Il resto parte da elementi reali, vedi i miei genitori, le mie amiche, alcuni luoghi della città descritti nel romanzo. Ma tutto viene completamente trasformato e l’immaginazione ha decisamente avuto la meglio.

La tua tetralogia è una storia d’amore (o meglio, di ricerca dell’amore) in cui racconti di come le stelle possono influire sulla nostra vita. Tu che scrivi oroscopi e hai a che fare con lo zodiaco tutti i giorni, ci credi veramente?
Essere uno Scorpione e ritrovarmi in questo segno vuol dire soprattutto non credere. Sono una diffidente di natura, tendo a verificare, a mettere alla prova persone e situazioni. Leggo l’oroscopo la sera, osservo costantemente il carattere dei segni, motivo per cui mi sono appassionata di astrologia. Noto che di base sono sempre circondata dagli stessi segni e di andare più o meno d’accordo con alcuni. Resto comunque una curiosa di natura, l’astrologia è una suggestione, un modo di entrare in comunicazione con gli altri, un rito innocuo che ci aiuta a vivere con più ironia la realtà e a conoscerci meglio.

Sappiamo che dalla tua serie verrà tratto un film. Puoi raccontarci qualcosa di più?
Sono stati venduti i diritti tv alla Palomar. Chissà che non vedremo i personaggi e le loro storie vivere in una fiction tv… Sarebbe un sogno.

Non possiamo non chiedertelo: quali sono i segni migliori e quelli meno fortunati di questo 2015?
Di base è un anno fondamentale per i segni di fuoco come Leone  e Ariete. Anche se il Sagittario dovrà stringere i tempi e fare del proprio meglio entro agosto. Da quest’ultimo mese in poi parte una stagione d’oro per Vergine, Scorpione, Cancro, Toro e Acquario che escono da un biennio tormentato, ormai pronti alla meritata rivincita.

DeLuca1bassa

Dimmi di che Segno sei
Editore: Rizzoli
Pagine: 288
Prezzo: Euro 5,90

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...