Cultura

ArteScienza 2021, torna il festival di cultura contemporanea

Via ad ArteScienza 2021, 29esima edizione del festival culturale

Arriva l’edizione numero 29 per il Festival ArteScienza, manifestazione internazionale organizzata dal Centro Ricerche Musicali che dal 7 al 21 luglio e dal 7 al 30 settembre con un evento finale il 22 novembre, incentra la sua nuova edizione sul tema “Forme Traslate”.

Concerti, video musicali d’autore, installazioni sonore, improvvisi musicali, di teatro e danza, masterclass, workshop, incontri e una originale web opera in cui confluiscono le più innovative ricerche artistiche, attraverso tecnologie inusuali e avanzate, che stimolino il pubblico e i giovani come un laboratorio creativo aperto.

forme-traslate-arte-scienza-cerchi

“Accelerazione | Decelerazione”

L’edizione del 2021 si inserisce in un progetto più ampio, di durata triennale, dal titolo “Accelerazione | Decelerazione”.

Una riflessione attraverso le arti sul fenomeno dell’accelerazione sociale che contraddistingue la moderna società occidentale, incline al cambiamento e al movimento continuo, e dall’altro l’attività di controllo e speculazione dell’artista.

Quest’anno – spiegano Laura Bianchini e Michelangelo Lupone fondatori del CRM e coordinatori artistici del festival – “intendiamo approfondire il tema del rapporto tra movimento e stasi, tra realtà e virtualità, della necessità di tornare al reale (secondo la teoria di Baumann), della spiritualità come livello più elevato di ogni linea evolutiva con approfondimenti teorici attraverso incontri e colloqui con personalità della cultura contemporanea”. 

Il Goethe-Institut Rom

Il luogo dove si svolgerà prevalentemente il festival sarà il Goethe-Institut Rom rinsaldando una preziosa e quasi trentennale collaborazione fra CRM e l’Istituto di cultura tedesco.

Ogni giorno dal 7 al 17 luglio gli spazi dei Giardini, dell’Auditorium, del Kunst Raum si animeranno degli artisti di ArteScienza.

Fra le tante novità di quest’anno c’è l’installazione sonora d’arte di Alessio GabrieleDe Natura (Da)ta” e la web opera di Silvia Lanzalonehop(e) points“, entrambe produzione di ArteScienza fruibili al Goethe Institut Rom per i 10 giorni di festival all’istituto tedesco.

La Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola

Ad ospitare il festival il 20 luglio ci sarà anche la Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola, che grazie alle sue caratteristiche acustiche sarà spazio perfetto per il duo svizzero UMS’nJIP.

L’Auditorium Parco della Musica

A chiusura del festival, il 22 novembre, al Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma, il concerto di musica contemporanea con live electronics eseguito dal PMCE Parco della Musica Contemporary Ensemble, diretto da Tonino Battista.

In programma opere di Gérard Grisey e una prima assoluta per ArteScienza di Michelangelo Lupone.

Informazioni

Il programma completo di ArteScienza 2021 è disponibile collegandosi al sito artescienza.info.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: