Cultura Teatro

India En Plein Air, l’arena culturale per tutta l’estate 2021

India En Plein Air, l’esterno del teatro si trasforma in arena culturale

A metà tra il giardino e la piazza, l’esterno del Teatro India reinventa i suoi spazi e si trasforma per tutta l’estate in luogo dell’innesto e spazio di condivisione per accogliere pubblico, artiste e artisti oltre che per moltiplicare le possibilità dell’incontro e dello stare insieme. 

I 2 nuovi palchi: Arena e Canneto

Con India En Plein Air si inaugurano 2 nuovi palchi all’aperto, l’Arena e il Canneto, che ospiteranno per l’intero periodo estivo, da giugno a settembre, un calendario teatrale tra spettacoli, performance, film e festival, arricchito anche da visioni e ascolti di un articolato programma di concerti e live set proposti ogni giorno dal punto ristoro di Bar India.

Nel rispetto delle norme sul distanziamento, l’Arena potrà accogliere in sicurezza 180 persone, mentre 100 saranno i posti del Canneto.

bauli-sedie-posti-arena

Gli eventi in programma

L’Arena apre dal 10 al 20 giugno (ore 19.30) con l’allestimento inedito di Antigone secondo la rilettura di Massimiliano Civica, in una versione appositamente dedicata per questo “en plein air” e per la prima volta presentata all’aperto e al crepuscolo. 

Un altro classico del teatro, che si disvelerà nel Canneto martedì 29 e mercoledì 30 giugno (ore 21), proposto in una drammaturgia fatta di simultaneità, trasformazione e intuizione, è Tiresias di Kate Tempest, di cui la regia di Giorgina Pi fa rivivere il testo Hold your own (Resta te stessa) del Leone d’argento 2021, insieme rapper e talento poetico e letterario, attraverso un performer in scena, piatti da dj, un microfono e dei dischi.

Si ritorna nell’Arena con Enzo Moscato in un doppio appuntamento, dal 7 al 9 luglio, con il suo intenso Compleanno, dedicato alla memoria di Annibale Ruccello e ambientato in una Napoli-Babilonia in cui le lingue si mescolano così come i temi e i riferimenti culturali.

Sabato 10 luglio ci sarà il concerto-spettacolo di musica popolare napoletana Modo minore, mentre la danza di mk si irradia nello spazio del Canneto e della sala Oceano Indiano dal 16 al 18 luglio con Pezzi anatomici del Leone d’Argento Michele Di Stefano, tra le creazioni del progetto produttivo e abitativo Oceano Indiano, che trasforma la scena in un luogo d’incontro tra spettacolo e indagine artistica, offrendo al pubblico la possibilità di osservare l’invenzione coreografica in diretta.

I Concerti del Canneto

Dal nuovo palco del Canneto, invece, tutti i giorni a partire da 2 ore prima dell’inizio dello spettacolo, il Bar India sarà aperto con una proposta musicale che spazierà tra concerti, curati da producer e dj della scena italiana, e selezioni musicali per lo più in vinile.

Ecco i prossimi concerti in programma:

  • Sabato 12 giugno (dopo-spettacolo) con il lo fi house di European Vampire
  • lunedì 14 giugno (ore 21.30) con il modular synth pop di Mauro Remiddi
  • mercoledì 16 giugno (dalle ore 18.00 alle 19.00) con Pescheria Discheria e con l’electro folk diBRANDAMARIA (ore 22)
  • giovedì 17 giugno (dopo-spettacolo) Camilla Pisani e i suoi ambient soundscapes; mentre in occasione della Festa della musica
  • lunedì 21 giugno (dalle ore 19), appuntamento con la musica ambient di Marta De Pascalis, Panoram, Fera, Gigi Masin in collaborazione con NERO
  • lunedì 28 giugno (ore 21.30) il ritual drone del progetto solista ?ALOS
  • lunedì 5 luglio (ore 21.30) l’avant jazz di ACRE (Ermanno Baron, Ginomaria Boschi e Marco “uBiK” Bonini)
  • martedì 6 luglio torna il flusso sonoro di Pescheria Discheria (dalle 18) e a seguire la gitania di Tropicantesimo Vinile (ore 22)
  • giovedì 8 luglio (dopo-spettacolo) il weird electronic pop di Arssalendo
  • lunedì 12 luglio (ore 21) il jazz di Roots Magic
  • mercoledì 14 luglio (dopo-spettacolo) la psych / hypnotic performance di Caterina Palazzi ZALESKA
  • lunedì 19 luglio (ore 21.30) sperimentazione e folklore con Canti Magnetici Showcase
  • giovedì 22 luglio (dopo-spettacolo) l’italo funk di Napoli Segreta
  • domenica 25 luglio (dalle ore 6 alle 10) ci si immerge in un Bagno di suono all’alba con il set di grammofoni e 78 giri di Ear Explorer e i suoni sospesi e opalescenti di Onde Cote Dopale, dove Julie Normal e le Onde Martenot si mischiano alle manipolazioni sonore di Hugo Sanchez e Gabor
  • lunedì 26 luglio (ore 21.30) chiude il digital folklore del progetto pantropicale fondato da Matteo Pennesi e Luigi Monteanni con ArteTetra Showcase

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: