Arte Cultura Mostre

Lucia Cantò, “Ai terzi” è la nuova mostra da Monitor Gallery

Lucia Cantò, si intitola “Ai terzi” la nuova mostra da Monitor Gallery

Lo stare insieme aperti alla vita 
Implica la fuoriuscita di un terzo 
Solo

Parole estratte dagli scritti dell’artista Lucia Cantò (Pescara, 1995) che introducono alla sua mostra di debutto da Monitor Gallery e che sono rielaborazione linguistica e matrice della serie di opere site specific realizzate per “Ai terzi“.

foglie
Lucia Cantò, Riserve, 2021. buganvillea, scansione 3D, alluminio, dimensioni variabili. Courtesy the artist and Monitor Rome, Lisbon, Pereto

La mostra

A questi terzi è rivolto il moto di accoglienza da parte di una collettività di opere scultoree, composta da doppi.

Nelle coppie di sculture e installazioni perfettamente combacianti, sono racchiuse le relazione di forza dei primi approcci, la tensione delle parti, il momento iniziale della scelta.

Non è la relazione di coppia quella che si vuole mettere in risalto in questo contesto, bensì, le relazioni che cercano di convivere all’interno di una collettività, i simboli e le implicazioni di tipo emotivo e sociale che ne derivano. 

La ricerca artistica di Lucia Cantò è sorretta da un impianto intimo ma prorompente e articolato in  una intensa narrazione in cui scrittura e scultura si nutrono e sorreggono vicendevolmente.

L’intimità della scrittura si fonde con il pensare e l’immaginare tridimensionale della scultura,  che è metro di misura dell’artista rispetto a sé stessa e all’arte.

Una scrittura per certi versi ossessiva, che nonostante la sua natura solipsista, guida una ricerca dell’Io visibilmente aperta necessaria a stabilire una situazione di empatia con gli altri, a suggellare il passaggio dall’isolamento dell’Io alla prossimità del tu e del voi, a cui segue l’agire scultoreo.

La scrittura che in precedenti installazioni dell’artista, quali “IO,TU” (2019) era anche visivamente una struttura portante, una tensione visibile tra 2 macchine da scrivere, per imprimere i versi di amanti lontani, nel contesto della mostra corrente tesse una trama più nascosta, costruendo un dialogo sussurrato  tra le numerose ‘opere coppia’, con il resto del mondo.

E se sostare negli spazi vuoti, lasciati liberi da questa collettività fatta di coppie, implicasse per noi terzi, seppur esclusi, il compito di entrare nelle viscere della relazione di coloro che si sono scelti,  e coglierne le fragilità, i punti di equilibrio, il senso di appartenenza e reciprocità?

La mostra è accompagnata da un testo critico a cura di Cecilia Canziani, storica dell’arte e curatrice indipendente.

INFO MOSTRA

– Titolo:
Ai terzi

– A cura di:
Monitor Gallery

– Dove:
Monitor Gallery
Via Sforza Cesarini 43A-44

– Durata:
Fino al 4 giugno 2021

– Orario visita:
Da martedì a venerdì dalle 13 alle 19. Sabato solo su appuntamento

– Biglietti:
Ingresso libero

– Info:
Tel: 06-39378024
Mail: monitor@monitoronline.org

(© The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: