ambiente Cultura

Roma, no a nuovo impianto rifiuti dell’Agricola Salone

Roma, no a nuovo impianto rifiuti della società Agricola Salone

“Regione ci segua, territori hanno già pagato scelte scellerate del passato”

Katia Ziantoni

Roma Capitale dice “no” al nuovo impianto della società Agricola Salone.

Nell’ambito della conferenza dei servizi indetta dalla Regione Lazio, Roma Capitale ha infatti trasmesso il parere negativo del Dipartimento Tutela Ambientale alla proposta, presentata dall’Azienda Agricola Salone, per la realizzazione di un nuovo impianto di digestione anaerobica dei rifiuti.

verde-green-alberi-ambiente-trees
(Foto: © The Parallel Vision)

Una questione urbanistica, paesaggistica e ambientale

Il parere unico è stato dato sulla base delle osservazioni presentate dalle strutture di Roma Capitale dal punto di vista urbanistico, paesaggistico e ambientale.

La struttura in questione dovrebbe trattare 75.000 tonnellate di rifiuti organici all’anno, in pieno Agro Romano e in un contesto fortemente urbanizzato, a soli 500 metri dall’Istituto Tecnico Agrario Emilio Sereni e nel raggio di 1000 metri da 2 centri abitati: Colle Prenestino e Colle Monfortani, nel Municipio VI.

“Sarebbe attività industriale non consentita”

Come ribadito più volte, la società vorrebbe far passare un impianto di trattamento dei rifiuti per un impianto di compostaggio di sfalci a servizio dell’attività agricola, l’unica attività ammissibile in Agro Romano” ha dichiarato l’Assessora ai Rifiuti e al Risanamento Ambientale Katia Ziantoni.

Una stortura che, se approvata dalla Regione Lazio, autorizzerebbe di fatto un’attività industriale non consentita dallo strumento urbanistico e contro la volontà di Roma Capitale“.

Ente che, tra l’altro, non ravvede alcun interesse pubblico nella realizzazione dell’impianto. L’autorizzazione della Regione, peraltro, consentirebbe al privato di avere considerevoli vantaggi economici a scapito dei soliti territori che continuano a pagare le conseguenze di scelte a dir poco scellerate”.

No anche alla discarica di Monte Carnevale

È di pochi giorni fa il secco “no” della Sindaca Virginia Raggi alla realizzazione della nuova discarica di Roma nel sito di Monte Carnevale, la cosiddetta Malagrotta 2.

Ho già disposto che non si realizzi più la discarica di Monte Carnevale. Ho fatto la mia parte” ha scritto la Sindaca sul suo profilo Facebook ufficiale.

Credo che sia necessario che la politica faccia sentire la propria voce. Roma non può avere una nuova discarica sul proprio territorio. Se altri la vogliono, lo dicano chiaramente“.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)
(Foto: © The Parallel Vision)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: