Cultura

Mibact e Mef, Via al Fondo Cultura da 50 milioni di euro

Via al Fondo Cultura, 50 milioni di euro per tutela e valorizzazione

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini e il Ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri hanno firmato il decreto che stabilisce le modalità di ripartizione delle risorse del “Fondo per la Cultura”, istituito con il decreto Rilancio e aperto ai contributi dei privati che possono sostenere il mondo della cultura anche attraverso operazioni di microfinanziamento, di mecenatismo diffuso, di azionariato popolare e di crowdfunding idonee a permettere un’ampia partecipazione della collettività.

uomini-con-occhiali
Roberto Gualtieri e Dario Franceschini

Il decreto firmato da Franceschini e Gualtieri definisce che i primi 50 milioni del Fondo siano così ripartiti:

  • 30 milioni di euro per la promozione di investimenti e al supporto di soggetti pubblici o a prevalentemente finanziamento pubblico per interventi di tutela, conservazione, restauro, fruizione, valorizzazione e digitalizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale
  • 20 milioni di euro per finanziare un fondo di garanzia per la concessione di contributi in conto interessi e di mutui per interventi di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale

“Nuovi meccanismi tra pubblico e privato”

Con la firma di questo decreto – ha dichiarato il ministro Dario Franceschinidiamo un ulteriore aiuto concreto a favore della tutela e della conservazione del patrimonio artistico del nostro Paese introducendo anche nuovi e importanti meccanismi di collaborazione tra pubblico e privato in un settore che sta pagando duramente il prezzo della pandemia”.

Entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto, il Ministero per i beni e le Attività culturali e per il Turismo pubblicherà sul sito istituzionale il bando per partecipare alla procedura di selezione dei progetti.

Le domande saranno esaminate da una apposita Commissione tecnica composta da esperti di adeguata professionalità nel settore del patrimonio culturale, che lavorerà a titolo gratuito. 

Nell’istruttoria e nella gestione delle operazioni sarà coinvolta Cassa Depositi e Prestiti, mentre una quota del “Fondo per la cultura” sarà gestito dall’Istituto per il Credito Sportivo a garanzia di contributi in conto interessi e mutui per interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale.

Il decreto è stato trasmesso agli organi di controllo per la registrazione.

15 milioni per lo spettacolo viaggiante

I fondi destinati al ristoro degli operatori dello spettacolo viaggiante, in grande sofferenza per le misure di contenimento della pandemia, sono stati elevati a 15 milioni di euro”.

Così Franceschini al momento della firma del decreto che destina ulteriori 5 milioni di euro provenienti da Fondo emergenza spettacolo e cinema, istituito dal Decreto legge Cura Italia, al ristoro degli operatori dello spettacolo viaggiante.

Tali risorse si vanno ad aggiungere ai 10 milioni di euro, provenienti dallo stesso fondo, già stanziati con i decreti degli scorsi 24 ottobre e 28 aprile.

Il decreto è stato trasmesso agli organi di controllo e sarà disponibile sul sito beniculturali.it al momento della registrazione.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: