Cultura Teatro

Teatro Vascello, la stagione 2020-2021 comincia da Aldo Moro

Teatro Vascello, la stagione riprende dallo spettacolo su Aldo Moro

Riparte il 29 settembre la stagione del Teatro Vascello che sceglie di ricominciare da Fabrizio Gifuni, proprio lì dove si era bruscamente interrotta, quasi a voler annullare i mesi di forzata inattività e allontanarne il ricordo.

Il Vascello presenta il cartellone di una stagione teatrale breve, da settembre a dicembre, che conferma l’attenzione della struttura per un teatro d’arte, nonostante le restrizioni dovute alla pandemia. 

Più avanti verrà presentato il programma della seconda parte – da gennaio a maggio 2021 – nella speranza che la situazione possa via via migliorare.

ragazzo-con-barba-primo-piano-sguardo-occhi
Fabrizio Gifuni

I protagonisti in scena

Ad alternarsi sul palcoscenico grandi interpreti e giovani talenti con uno sguardo sempre attento alla contemporaneità.

Dopo le repliche dello scorso febbraio, Fabrizio Gifuni torna al Vascello per riannodare il filo di quelle parole con lo spettacolo “Con il vostro irridente silenzio, studio sulle lettere dalla prigionia e sul memoriale di Aldo Moro“, accolto al suo debutto con commozione ed entusiasmo dal pubblico e dalla critica (dal 29 settembre al 4 ottobre).

Il Teatro ha lavorato per recuperare, almeno in parte, gli spettacoli forzatamente annullati nella scorsa stagione riprogrammandoli nel mese di ottobre. 

Dal 20 al 25 torna “Scannasurice“, testo di Enzo Moscato, uno spettacolo emozionante e pluripremiato, diretto da Carlo Cerciello e interpretato da Imma Villa, che è ormai diventato un apprezzato piccolo “cult”;

Dal 27 al 31 (il 30 riposo) “La consuetudine frastagliata dell’averti accanto” di Marco Andreoli, diretto e interpretato da Claudia Vismara e Daniele Pilli che ispirandosi ai Multiversi di Hugh Everett analizza il complesso universo della vita di coppia e del disgregarsi delle relazioni.  

 Si ispirano a Euripide e Ovidio riproposti in una visione contemporanea: “Medea” adattata e diretta da Gabriele Lavia e interpretato da Federica Di Martino e Simone Toni (dal 6 all’11 ottobre) e “Ovidio Heroides Vs Metamorphosys“, un incontro artistico tra Manuela Kustermann e Cinzia Merlin, pianista e compositrice, impegnate a indagare quel fertile terreno che è la contaminazione delle arti (24-29 novembre).

Offre poi un ritratto inedito del grande Eduardo De FilippoTavola tavola, chiodo chiodo…“, il nuovo spettacolo di Lino Musella, che ha riscoperto l’Eduardo capocomico attraverso un accurato lavoro sui documenti che testimoniano le sue grandi imprese per il teatro (1-6 dicembre).

Informazioni

L’abbonamento a 9 spettacoli di prosa – emblematicamente chiamato Mai più soli – è rivolto a coloro che sono vicini al Vascello comprendendo che oggi più che mai è necessario restare insieme per sostenere la vita culturale della città e la vita del teatro.

Sono in vendita online e al botteghino l’abbonamento Mai più soli (a 9 titoli, a turno e posto fisso), la Card Love (a 2 ingressi, valida solo per alcuni titoli) e i biglietti dei singoli spettacoli.

Gli orari di programmazione sono: dal martedì al venerdì ore 21, sabato ore 19, domenica ore 17, lunedì riposo.

Tutte le informazioni potete trovarle su teatrovascello.it.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: