Cultura Musica

Continuano i Concerti del Portico alla Casina delle Civette

Anche quest’anno la sede A.Gi.Mus. di Roma prevede una serie di manifestazioni culturali presso la Casina delle Civette iniziate lo scorso 21 giugno e che termineranno domenica 27 settembre.

Continuano i Concerti del Portico 2020 alla Casina delle Civette

Anche quest’anno la sede A.Gi.Mus. di Roma prevede una serie di manifestazioni culturali presso la Casina delle Civette iniziate lo scorso 21 giugno e che termineranno domenica 27 settembre.

I concerti che si svolgono nel giardino della Casina delle Civette (Musei di Villa Torlonia, Via Nomentana 70) sono ad ingresso gratuito e in caso di maltempo vengono annullati.

Le misure di sicurezza da seguire

In ottemperanza alle disposizioni ministeriali (DPCM 17/05/2020), si informa che:

  • I posti a sedere saranno al massimo 30, distanziati di almeno un metro
  • La prenotazione è obbligatoria tramite e-mail all’indirizzo agimus.prenotazioni.roma@agimus.it
  • Anche se in esterno, si consiglia l’uso della mascherina
  • Sono a disposizione distributori di disinfettante per le mani
  • Viene effettuata la misurazione della temperatura: se verrà rilevata una temperatura uguale o superiore a 37,5° non si potrà accedere

Per assicurare al meglio il rispetto delle normative di sicurezza l’A.Gi.Mus. ha il supporto del Corpo Militare Speciale Ausiliario ACISMOM dell’Esercito Italiano, i cui volontari partecipano all’organizzazione dei concerti: al cancello d’ingresso del Giardino della Casina delle Civette viene collocato un banco, dove i prenotati devono registrarsi e sottoporsi alla misurazione della temperatura.

Contestualmente viene consegnato loro il programma di sala.

casina-delle-civette-tetti-vetrate-liberty-finestre
Casina delle Civette

Il programma dei prossimi concerti

Tutti i concerti si svolgono di domenica, alle 11.

  • Domenica 13 settembre ore 11: Enrico Casularo, flauto traversiere -> bit.ly/3fUedtG
  • Domenica 20 settembre ore 11: Reading “Quando il colore dipinge la vita. Un racconto dalle lettere di Vincent Van Gogh”: Emma Marconcini, voce; Andrea Mancini, sassofoni -> bit.ly/2VyxmKb
  • Domenica 27 settembre ore 11: Ensemble “Cosmopolity” -> bit.ly/2Z5Bli4

La Casina delle Civette

La Casina delle Civette, dimora del principe Giovanni Torlonia jr. fino al 1938, anno della sua morte, è il risultato di una serie di trasformazioni e aggiunte apportate alla ottocentesca Capanna Svizzera che, collocata ai bordi del parco e nascosta da una collinetta artificiale, costituiva in origine un luogo di evasione rispetto all’ufficialità della residenza principale.

Ideata nel 1840 da Giuseppe Jappelli su commissione del principe Alessandro Torlonia, si presentava come un manufatto rustico con paramenti esterni a bugne di tufo ed interno dipinto a tempera ad imitazione di rocce e tavolati di legno.

Dal 1916 l’edificio cominciò ad essere denominato Villino delle Civette per la presenza della vetrata con 2 civette stilizzate tra tralci d’edera, eseguita da Duilio Cambellotti già nel 1914 e per il ricorrere quasi ossessivo del tema della civetta nelle decorazioni e nel mobilio, voluto dal principe Giovanni, uomo scontroso e amante dei simboli esoterici.

Tra le tante decorazioni la presenza delle vetrate è così prevalente da costituire la cifra distintiva dell’edificio: le vetrate vengono tutte installate tra il 1908 e il 1930 e costituiscono un unicum nel panorama artistico internazionale, prodotte tutte dal laboratorio di Cesare Picchiarini su disegni di Duilio Cambellotti, Umberto Bottazzi, Vittorio Grassi e Paolo Paschetto.

La distruzione dell’edificio iniziò nel 1944, con l’occupazione delle truppe anglo-americane, durata oltre 3 anni.

Quando nel 1978 il Comune di Roma acquisì la Villa, sia gli edifici sia il parco erano in condizioni disastrose.

L’incendio del 1991 ha aggravato le condizioni di degrado della Casina, unitamente a furti e vandalismi.

L’immagine odierna della Casina delle Civette è il risultato di un lungo, paziente e meticoloso lavoro di restauro, eseguito dal 1992 al 1997, che, con quanto ancora conservato e sulla base delle numerose fonti documentarie, ha permesso la restituzione alla città di uno dei più singolari e interessanti manufatti dei primi anni del secolo scorso.

Informazioni

Tel. 060608 (tutti i giorni 09-19)

I Concerti del Portico sono a cura di A.GI.MUS, Associazione Musicale Giovanile, sede di Roma.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: