Musica

#Intervista: Volosumarte, i colori psych del sole di Sicilia

Il progetto Volosumarte è un interessantissimo esperimento creativo firmato da Martina Catalfamo e Francesco Santalucia che in duo propongono splendidi pezzi sognanti tra psichedelia, elettronica, trame sonore vellutate e testi ironici e malinconici.

Intervista: Volosumarte, un viaggio onirico tra psych e sole di Sicilia

Nasce in Sicilia, sboccia a Roma e chissà dove potrà arrivare. Il progetto Volosumarte è un interessantissimo esperimento creativo firmato da Martina Catalfamo e Francesco Santalucia che in duo propongono splendidi pezzi sognanti in cui psichedelia, elettronica e trame sonore vellutate si mescolano a testi ironici e malinconici, scritti con intelligenza e senso delle parole.

Martina mi ha raccontato un po’ di storia e di progetti del gruppo, che ha da poco rilasciato il nuovo singolo “Puramente casuale” in attesa di darci qualche info in più sul primo album.

ragazzo-ragazza-lingua
I Volosumarte

Mi racconti da dove nasce la vostra storia artistica?

Parte tutto da un concerto all’Auditorium Parco della Musica.

Francesco produceva un’artista marocchina, Meryem. E incuriosita dalla cultura araba che sento fortemente vicina alle mie origini, sono andata a sentirli.

L’idea di formare una band roteava nella mia testa da un bel po’ e con Francesco Santalucia siamo sintonizzati sulle stesse frequenze sonore.

“Puramente casuale” è un pezzo brillante e ironico, accompagnato da un video molto particolare. Mi racconti come nasce il progetto?

Puramente Casuale” nasce da quelle domande che affascinano l’uomo da sempre. La nostra vita è costellata di incontri casuali, di treni presi per caso o persi per sbaglio.

Sono tutti eventi casuali? Siamo noi ad influenzare la realtà o siamo tasselli di un grandissimo puzzle?

È un brano speculare che nella prima parte punta il dito contro una società pagliaccia che indugia a compiere scelte responsabili, mentre nella seconda si lascia andare al racconto di un incontro casuale, alla nascita di un amore che non ha bisogno di presentazioni per essere definito tale.

Il videoclip di conseguenza si snoda più o meno secondo la stessa linea narratrice. È un gioco continuo tra porzioni di spazio, porzioni di volti che solo verso la fine vengono inquadrati nella loro interezza per poi tornare a essere frammenti, porzioni di vita.

Non a caso è stato realizzando con l’iPhone, unico strumento di contatto che abbiamo avuto durante il lockdown.

C’è anche un nuovo disco all’orizzonte? Se sì, come sarà?

Sì è da un bel po’ che abbiamo in cantiere il lavoro discografico di cui state ascoltando solo delle tracce.

Non posso svelarti molto su come sarà perché ci piacciono le sorprese e anche sul “quando sarà” sorge un grosso punto interrogativo.

Sicuramente data l’incertezza del periodo l’obiettivo è quello di rimanere ancorati al presente e capire passo passo come muoverci.

Nel corso del tempo com’è cambiato il vostro modo di interpretare il messaggio musicale?

È un problema che ci stiamo ponendo soprattutto in questo periodo.

Durante il lockdown c’è stato un instante in cui ho creduto che i testi delle canzoni che non avevamo ancora pubblicato rischiassero di essere obsoleti dal momento che nascono sempre da un dialogo costante con la società.

Per un secondo ho creduto che come collettività avremmo compiuto un enorme salto in avanti, ma non mi sembra che niente di tutto ciò sia accaduto. Quindi al momento la nostra esigenza resta sempre la stessa: Scuotere.

Avete un pubblico-tipo?

Un pubblico che si lasci andare completamente alla nostra musica, ma anche un pubblico attento che si soffermi a capire il significato profondo che c’è dietro a una parola o a un suono scelto al posto di un altro.

ragazzo-ragazza-volosumarte-faces

C’è una cosa che secondo te una musicista non deve mai fare e un’altra invece che va sempre fatta?

Non deve mai sottovalutarsi o sentirsi inferiore rispetto a un collega.

Ma questo non vale solo per le musiciste, è per tutti quei lavori in cui ancora le donne fanno fatica ad affermarsi.

Però sono positiva in merito e credo che – soprattutto grazie ai movimenti nati sui social – molto donne oggi hanno sempre più coraggio di farsi sentire.

Una cosa che va sempre fatta invece è seguire l’istinto, cogliere al volo un’intuizione e darle forma. Anche questo non vale solo per le musiciste, questo è per la vita.

L’emergenza Covid quanto ha inciso sul vostro lavoro?

Tanto. Pensa che dal contratto per la pubblicazione dell’album siamo passati a quello di pubblicazione di un singolo e poi di un altro e così via.

Per non parlare della questione live.

Parlami delle iniziative che avete in mente per i prossimi mesi

Il 23 agosto ci esibiremo al festival “Meeting Del Mare” a Marina di Camerota mentre a settembre uscirà un’altra traccia di questo puzzle musicale che stiamo realizzando.

Dimmi di quale canzone vai al momento particolarmente fiera e perché

Sicuramente “Volo su Marte”, il brano che ha dato il nome anche al progetto.

L’ho scritta in Sicilia durante un weekend a Ortigia e ultimata ad Alicudi.

È un brano ancestrale, nato all’improvviso, che ha una forza nascosta di cui io stessa non ne sono ancora a conoscenza.

Mi descrivi i Volosumarte con un accordo e con 3 parole?

Solitamente i nostri brani partono da accordi molto concreti, diretti, terreni, viscerali come un Mim suonato in maniera decisa con la chitarra e si sviluppano in aperture con accordi più sfumati, tenui, che ricreano quel mondo sognante, utopico e onirico come può essere un accordo di settima maggiore suonato dagli arpeggiatori e dal pianoforte.

Le 3 parole con cui descriviamo Volosumarte sono Psichedelia, Utopia, Euforia.

The Parallel Vision ⚭ _ Paolo Gresta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: