Teatro

Invito a Teatro: aspettando l’Off/Off Theatre

Il nostro appuntamento di Invito a Teatro oggi ha come protagonista l'Off/Off Theatre, una realtà giovanissima ma già molto affermata, con radici ben piantate nel cuore di Roma.

Invito a Teatro: aspettando l’Off/Off Theatre

L’Off/Off Theatre è un gioiellino nel cuore di Roma che si è distinto, fin dalla sua apertura, per un’attenta ricerca verso l’eterogeneità delle proposte artistiche.

Il nostro appuntamento di Invito a Teatro assume in questo articolo l’ottica di una riflessione verso quelle realtà culturali che riescono a dare spazio a moltissime compagnie puntando su una programmazione veloce, capace d’immergersi nella contemporaneità.

Una costante stimolazione verso un approccio critico alla qualità delle proposte è indispensabile per accompagnare il pubblico a teatro. 

Alle nostre domande ha risposto Silvano Spada, autore e regista teatrale che nel 1987 ha ideato il Todi Festival e lo ha diretto fino al 1998, per poi riprendere la direzione artistica dal 2013 al 2015.

Come riporta il sito ufficiale di Off/Off Theatre, “come autore teatrale e regista, Silvano Spada ha scritto e diretto commedie di successo come “D’Alema permettendo”, “Discarica” presentata e prodotta da Maurizio Costanzo, “Gin and Tonic” presentata e prodotta dal Festival dei Due Mondi di Spoleto e “Tangeri” per la regia di Enrico Maria Lamanna e, sempre per la regia di Enrico Maria LamannaProcesso alla strega” con Ornella Muti, per l’edizione 2013 del Todi Festival“.

Ha lasciato il Todi Festival per dedicarsi a un nuovo progetto: la realizzazione di un teatro a Roma che fosse uno spazio di libertà in cui i giovani autori, attori e registi fossero protagonisti al centro della vita del teatro“.

Con ingente impegno economico, a cura dell’Associazione Teatro Festival di cui Silvano Spada è Legale Rappresentante, il nuovo teatro, ispirato architettonicamente ai criteri più internazionali, è stato realizzato a Roma, in Via Giulia, la più celebre e storica strada della Capitale, in Palazzo Varese, opera del Maderno”. 

silvano-spada-off-off-theatre
Silvano Spada

C’era una volta l’Off/Off Theatre: se dovesse compilare la sua carta d’identità, cosa scrivereste?

In soli 2 anni, l’Off/Off ha avuto un grande successo di pubblico e di critica ed è diventato da subito punto di riferimento della vita teatrale della Capitale e non solo.

Con il lockdown si è interrotta la sua terza stagione con l’annullamento di 15 spettacoli ancora in programma e molti dei quali già esauriti in prevendita al botteghino.

È andata così e, senza piagnistei, c’è poco da dire e da fare!

Ma oggi c’è ancora! Sogni, speranze e progetti per il post quarantena

L’Off/Off c’è e, come detto, è una bellissima realtà e aspettiamo di conoscere date e modalità della riapertura perché non si può più restare al buio.

Se qualcuno non l’avesse chiaro, il Teatro è un’industria che necessita dei suoi tempi che non sono brevi: dall’individuazione dei testi, attori e registi, relativi rapporti contrattuali, allestimenti tecnici generali, scenografie e costumi, prove, programmazione e promozione e, non da ultimo, l’esigenza di pianificare la tutela dei posti di lavoro dei collaboratori e le indicazioni di riapertura non possono essere dall’oggi per l’indomani.

Poi c’è il capitolo delle prescrizioni sanitarie alle quali attenersi e che non possono essere punitive di un settore che ha sue regole precise che non possono essere stravolte oltre misura, da un punto di vista non solo economico ma anche psicologico, altrimenti conviene restare chiusi e aspettare tempi migliori.

È chiaro che teatri pubblici e sovvenzionati possono permettersi di stare tranquilli con fantasie di streaming e quant’altro, ma l’Off/Off è un teatro privato e il motore base è il pubblico vero che esce di casa perché ha scelto di andare a vedere questo o quello spettacolo, paga il suo biglietto e ha piacere di andare in quel teatro e incontrarsi.

Il Teatro è un diritto e un dovere per tutti. La città ha bisogno del Teatro. Il Teatro ha bisogno dei cittadini

Paolo Grassi

The Parallel Vision ⚭ ­_ Raffaella Ceres)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: