Cultura

Nasce la Carta di Roma e la Capitale ne è capofila mondiale

Nasce la prima versione di una Carta della cultura che prende il nome dalla nostra città: la Carta di Roma 2020, che chiede ai governi di mettere la partecipazione alla vita culturale al centro dei loro programmi di azione.

Nasce la Carta della Cultura e Roma ne è la capofila mondiale

Presentiamo la prima versione di una Carta della cultura che prende il nome dalla nostra città: la Carta di Roma 2020“.

Il vice sindaco di Roma Luca Bergamo è orgoglioso di annunciare “l’inizio di un percorso di cui Roma è capofila e che abbiamo condiviso con oltre 20 città del mondo tra cui Barcellona, Washington D.C., San Paolo, Maputo, Lisbona, Buenos Aires, Città del Messico, Xi’an“. 

La presentazione è stata un grande appuntamento online a cui hanno partecipato più di 100 sindaci da tutto il mondo, oltre a rappresentanti delle Nazioni Unite.

the-2020-rome-charter

Che cos’è la Carta di Roma 2020

La #2020RomeCharter chiede ai governi delle città globali di mettere la partecipazione alla vita culturale al centro dei loro programmi di azione e di governo.

Scoprire, Creare, Condividere, Vivere, Proteggere la Cultura sono strumenti essenziali per realizzare vere politiche per la sostenibilità e dei veri e propri antidoti alla mercificazione delle esperienze che minaccia la dignità umana, l’equità e la giustizia.

Vogliamo che attraverso l’adesione alla Carta le città di tutto il mondo siano garanti della realizzazione di questi diritti, in quei luoghi e quelle comunità che entro il 2050 saranno la casa del 65% degli abitanti del nostro Pianeta” continua Bergamo.

Questa iniziativa nasce prima della pandemia, ma i suoi effetti drammatici l’hanno resa ancor più necessaria. Abbiamo concepito la Carta insieme ad un sito web dedicato perché serva da base per un confronto locale/globale, che sia inclusivo di voci e culture emarginate“.

Un dibattito di cui il sito terrà traccia e testimonianza e che vorremmo trovasse un momento di sintesi in una conferenza da realizzare a Roma entro l’autunno del 2020“. 

La cultura tra gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite

“In parallelo, grazie al suo inserimento nelle iniziative previste dalla Presidenza di UCLG – United Cities and Local Governments (l’Unione delle Città e dei Governi Locali), la Carta di Roma 2020 entra a pieno titolo in un processo mondiale che integra nella consultazione avviata dalle Nazioni Unite per i 75 anni dalla loro fondazione, la richiesta di accogliere i diritti culturali nel quadro dei SDGs (Sustainable Development Goals, Obiettivi di Sviluppo Sostenibile) e la necessità di un maggiore peso dei governi delle città nella necessaria riforma della governance mondiale.

Informazioni

Tutte le informazioni sulla Carta di Roma 2020 sono disponibili sul sito 2020romecharter.org.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

1 comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: