Arte Didattica

Irving Lavin, rimandate le giornate di studio alla Galleria Borghese

La Galleria Borghese vuole rendere omaggio agli studi e alla figura di Irving Lavin in uno dei luoghi da lui certamente più amati e spesso al centro delle sue ricerche. Un appuntamento culturale che si configura come uno dei più interessanti eventi a Roma dei prossimi giorni.

Con un’iniziativa che ha origine dal pensiero di Marilyn Aronberg Lavin con Anna Coliva, Marcello Fagiolo e Claudio Strinati, si svolgeranno 2 giornate di studio dal titolo “A day of remembrance“: lunedì 23 marzo presso la Galleria Borghese e martedì 24 marzo presso il Centro di Studi sulla Cultura e l’Immagine di Roma – Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.

Durante gli incontri si intende proporre una serie di brevi interventi su tematiche pertinenti all’arte e in particolare al Barocco romano, in relazione agli studi di Lavin, o di testimonianze rivolte alla persona e all’attività del grande studioso. L’arte a Roma si avvale dunque di un appuntamento molto importante incentrato sulla didattica e la divulgazione, alla presenza di illustri ospiti.

d59a58ee-bf1e-4371-8c58-e2141c8bdf3c-1
(Lorenzo Bernini, David, 1623-1624. Galleria Borghese. Foto: L.Romano)

Alla giornata del 23 marzo alla Galleria Borghese saranno presenti Marilyn Aronberg Lavin, storica dell’arte, Anna Coliva, Direttrice della Galleria, Marcello Fagiolo, presidente del Centro di Studi sulla Cultura e l’Immagine di Roma, Claudio Strinati, storico dell’arte.

Tra i relatori Claudia Cieri Via, Sapienza Università di Roma; Anna Lo Bianco, storica dell’arte; Francesco Petrucci, Palazzo Chigi, Ariccia; Horst Bredekamp, Humboldt Universität zu Berlin; Tod Marder, The State University of New Jersey. Ha inviato una sua relazione Ann Sutherland Harris, University of Pittsburgh.

Gli studi di Irving Lavin (Saint Louis, Missouri, 14 dicembre 1927 – Princeton, New Jersey, 3 febbraio 2019) sono fondamentali per la storia dell’arte e della cultura. Rivolte inizialmente anche all’arte tardoantica, le sue ricerche si orientano soprattutto sull’arte italiana del ‘500 e del ‘600 per incentrarsi in particolare, dagli anni ’60 del XX secolo, sul barocco romano.

Sono centrali gli studi su Bernini, che comprendono anche numerose e interessanti integrazioni del catalogo dell’artista, del quale Lavin è stato un interprete imprescindibile.

[AGGIORNAMENTO: VISTE LE NUOVE MISURE DI CONTENIMENTO DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA COVID-19 SULL’INTERO TERRITORIO NAZIONALE ADOTTATE DALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO, L’EVENTO È STATO RIMANDATO A DATA DA DESTINARSI]

The Parallel Vision  ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: