Arte Mostre

“Censure”, da Nero Gallery la collettiva contro il bavaglio artistico

Nero Gallery presenta “Censure”, mostra collettiva che raccoglie 27 artisti provenienti da ambienti molto diversi e ognuno dei quali presenterà un’opera sul tema, appunto, della censura. Un argomento sempre attuale e particolarmente significativo nei tempi più recenti a causa dei numerosi casi di opere d’arte rimosse, sottoposte a tagli o condannate in quanto ritenute offensive per la comune sensibilità.

L’ultimo esempio in ordine cronologico riguarda il manifesto “Ecce Homo Erectus” di Hogre, rimosso poco tempo fa dal Macro Asilo perché ritenuto blasfemo. L’opera ritraeva un Gesù in stato di eccitazione davanti a un bambino inginocchiato in preghiera, raffigurando quindi un atto di denuncia contro la pedofilia ecclesiastica. La politica italiana è invece insorta chiedendo a gran voce l’eliminazione dell’opera, dimenticando come ogni giorno migliaia di immagini ben peggiori vengano generate e fatte circolare tranquillamente, anche attraverso i social network.
a0ad5fbb-d0a4-47a8-8804-4c34a14fd626L’intelligenza artificiale dei social, non possedendo la sensibilità propriamente umana di interpretare l’arte e comprendere qualcosa di complesso come la morale, oscura persino capolavori universalmente riconosciuti perché ritenuti volgari, offensivi, pornografici, spesso solo in quanto ritraggono un corpo femminile senza veli, mentre lascia circolare liberamente razzismo, bullismo e fake news.

Censure” vuole reagire a questa situazione, sfidando l’idea di censura e di politically correct dietro cui la società contemporanea si nasconde, per dimostrare come l’arte sia una zona franca in cui il pudore, l’oscurantismo e il moralismo di facciata non sono i benvenuti. La storia dell’arte è ricca di opere considerate scabrose, oscene, immorali, offensive, perché provocare e scandalizzare equivale a mettere in discussione i valori comuni, equivale a far riflettere e a rivoluzionare il pensiero comune, spingendoci a far evolvere la nostra coscienza.

Gli artisti, italiani e internazionali, coinvolti nella collettiva saranno Marco Rea, Hogre, Layral, Petites Luxures, Morg Armeni, Francesco Paolicchi, Claudio Scialabba, Diego Brandi, Pelin Santilli, Ila Pop, Era Divina, Arsenyco, Mario Sgarbi, Stefano Kidnapper, Canalla, Riffblast, Welt, Paolo Girardi, Pasquale De Santis, Jean Papillon il Giovine, Paolo Pilotti, Fabio Timpanaro, Karl Billaud, Valerio Cancellier, Jean Ria, Martin Z8 e Michela Balla coi Lupi.

Censure” sarà anticipata da un pre-show venerdì 24 gennaio dalle 16 alle 19 con una fusion painting da Yama Tattoo (Via Urbana 62) con Paolo Girardi, Morg Armeni, Ila Pop e Welt. Inoltre ci sarà anche una performance pre-show il giorno dell’opening, sabato 25 gennaio dalle 18 alle 20, dal titolo “Être aux Autres” firmata da Sébastien Layral presso Uroboro Tattoo Bookshop (Via Ascoli Piceno 21).


INFO MOSTRA

– Titolo:
Censure

– A cura di:
Daphnée Thibaud, Michela Balla Coi Lupi e Martin Z8

– Dove:
Nero Gallery
Via Castruccio Castracane 9

– Durata:
Dal 25 gennaio al 7 marzo

– Vernissage:
Sabato 25 gennaio dalle 20

– Orario visita:
Dal martedì alla domenica, dalle 16 alle 20

– Biglietti:
Ingresso libero

– Info:
info@nerogallery.com

(© The Parallel Vision  ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: