food

Torna il Maritozzo Day, la “pagnottella dòrce” più famosa al mondo

Sabato 7 dicembre si celebra la terza edizione del Maritozzo Day, un evento che racconta la famosissima pagnottella che dall’Antica Roma fino a oggi accompagna le giornate della nostra città.

Il Maritozzo Day 2019, organizzato da Gabriele Lupo e Silvia Pontarelli di Tavole Romane, quest’anno raccoglie attorno a sé circa 70 attività lungo tutta la Penisola e si lega a doppio filo a un’iniziativa sociale molto importante a favore della Breast Unit dell’Ospedale Fatebenefratelli – Isola Tiberina.

E se partecipare fosse il tuo superpotere?” è infatti il nome della campagna lanciata dal Maritozzo Day per riuscire ad acquistare un casco anticaduta dei capelli da utilizzare durante la chemioterapia per la lotta del tumore al seno. Grazie a una donazione minima da 1 euro in su, a fronte di ciascun maritozzo offerto dai locali aderenti fino ad esaurimento scorte, si potrà contribuire a questa importante causa (l’obiettivo si aggira tra i 35.000 e i 40.000 euro). La raccolta fondi sarà interamente devoluta alla Breast Unit dell’Ospedale Fatebenefratelli. Chiunque potrà contribuire alla causa tramite bonifico:

IBAN: IT27Y0100503206000000002514
CAUSALE: Maritozzo Day per acquisto casco chemioterapia
INTESTATO A: SEZIONE ONLUS DELLA CASA GENERALIZIA DELL’ORDINE OSPEDALIERO SAN GIOVANNI DI DIO – FATEBENEFRATELLI

Il Maritozzo Day, quindi, diventa una festa nazionale. Per la prima volta, infatti, le celebrazioni della “pagnottella dòrce cò dentro miele e zibbibbo” varcano i confini della Capitale per arrivare a Milano, Torino, Città di Castello, Siracusa, Trapani e in tante altre città della Penisola. Un modo coinvolgente per scoprire le centinaia di declinazioni possibili di quello che Gioachino Belli definì un “pane dolce romboidale di vaga forma fallica composto da uova, zucchero, farina e olio, a volte con canditi, anice e uva passa, da mangiare in Quaresima“.

A partire dalle ore 10 del 7 dicembre i locali aderenti all’iniziativa omaggeranno i partecipanti con i loro maritozzi a fronte di una piccola donazione minima di 1 euro. Per prendere parte alla grande festa occorre collegarsi al sito maritozzoday.it, consultare la lista degli esercenti aderenti all’iniziativa e scaricare il coupon da mostrare sul telefono o stampato nei locali che parteciperanno. Ogni persona potrà fruire di un maritozzo in ciascun locale.

Il termine “maritozzo” viene dal latino “mas, maris” (maschio), divenuto in seguito “maritus” (marito). Solo successivamente venne introdotto il suffisso “-ozzo”. Se nel Medioevo veniva preparato in formato gigante, come un’enorme pagnotta (quasi 40 volte quella che conosciamo oggi) ripiena di semi di tedesco e anice, attraverso i secoli il maritozzo divenne prima cibo per la Quaresima, poi regalo per il fidanzamento o per la proposta di matrimonio e cibo per i ricchi negli anni ’40 del ‘900.

Fino a quando, durante gli anni ’50, a qualcuno venne l’idea di farcirlo con la panna montata a mano. Da allora, il maritozzo è partito alla conquista del mondo e non si è ancora fermato.

-> MARITOZZO DAY 2019: LA LISTA COMPLETA DEGLI ARTIGIANI ADERENTI (DA SCARICARE)

The Parallel Vision  ­_ Paolo Gresta)

2 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...