Teatro

Nerone “accende” la passione per Roma

Ieri 31 luglio 2019 nello spettacolare Anfiteatro Romano di Alba Fucens a Massa d’Albe a L’Aquila è andato in scena il tanto atteso spettacolo “Nerone VS Petronio, la cena segreta del Satyricon”. La regia della commedia è di Pier Francesco Pingitore, sulla scena sono saliti Luca Biagini, Federico Perrotta e Valentina Olla. Dalle burle alla rievocazione delle imprese storiche, o gli eterni dibattiti filosifici di quella Roma degli anni 60 d.c. che ha affascinato e tuttora continua a farlo tutto il pubblico del genere storico satirico.

Il regista, dopo il successo nei giorni scorsi all’Ostia Antica Festival 2019 e le grandi acclamazioni ricevute l’anno scorso tenutesi negli scavi dello Stadio Domiziano, nei pressi di Piazza Navona, aveva già in passato lavorato sul personaggio dell’imperatore Nerone. Nel 1977 aveva infatti diretto “Nerone” insieme a Mario Castellacci, realizzando una parodia di quella che è stata l’ascesa al trono del giovane imperatore Nerone, con l’aiuto della scaltra madre Agrippina. Una parabola che porterà infine l’imperatore ad essere preso per pazzo da buona parte del popolo romano. La pellicola è da considerarsi il primo film del Bagaglino, la celebre compagnia di teatro varietà fondata dai due nel 1965, apparsa poi sugli schermi tv nel 1987. Nel ruolo di Nerone figurava Pippo Franco e comparivano altri nomi classici della comicità italiana come quello di Enrico Montesano, Aldo Fabrizi, Bombolo, Oreste Lionello, Massimo Dapporto, Giancarlo Magalli, Carmen Russo e molti altri ancora.
Nerone_-_Pippo_Franco_-_Bombolo
Riproporre la figura di Nerone in uno spettacolo teatrale diventa il modo di fare un viaggio in un passato lontanissimo, che ci è vicinissimo per tutto quello che riguarda i vizi e le virtù dell’uomo, le sue dispute, le sue burle, le sue gioie e le sue sofferenze. Gli spettatori sono stati portati nel 60 d.C. dall’attore Federico Perrotta, nel ruolo di Nerone, da Valentina Olla che ha interpretato Poppea, da Luca Biagini nei panni del letterato Petronio e da Lorenzo Grilli nelle vesti di Sporo.

Lo spettacolo ci presenta in modo ironico il complesso rapporto tra l’intellettuale e il potere. L’imperatore scopre il coinvolgimento dello scrittore Petronio nella congiura di Pisone e lo condanna quindi a suicidarsi tagliandosi le vene. Petronio era stato per anni al fianco di Nerone, come suo fido consigliere.
Emergono tutte le contraddizioni del potere ed emerge una figura di Nerone che risulta lontana dalla descrizione severissima e mostruosa che fecero di lui Svetonio e Tacito. Nerone risulta comico, sostanzialmente “umano, troppo umano”. Nulla a che vedere con l’immagine leggendaria dell’imperatore che suona la cetra mentre la capitale dell’impero brucia avvolta dalle fiamme, da lui appiccate.

Molti storici sono ormai scettici nei confronti di questa ricostruzione e sempre più comune è la tendenza di ridimensionare la “mostruosità” della figura di Nerone. Di certo Nerone era un personaggio ambizioso e ricchissimo di estro, amante delle arti e delle provocazioni.

L’imperatore era grande amante del gioco in tutte le sue forme, promotore di molte iniziative pubbliche significative, come la costruzione della Domus Aurea, costruita proprio dopo il grande incendio di Roma del 64 d.C.

Lo spettacolo ci ha mostrato personaggi ironici e sottili, persino la giovane Poppea, passata alla storia come donna piuttosto frivola e ingenua, risulta sensuale, spiritosa e brillante. Non sarà l’unica sposa dell’imperatore, che con un certo anticipo sui tempi e la volontà di andare contro le convenzioni vigenti deciderà di celebrare un matrimonio omosessuale con il suo servo Sporo.

Molti i richiami alla contemporaneità, come ad esempio il ballo dei tiptap o i brani dei Matia Bazar o la chiusura musicale dello spettacolo affidata a “Sempre” di Gabriella Ferri.

Chi avesse perso lo show, non si preoccupi. Dopo il successo dell’anno scorso e di quest’ultima edizione, c’è da aspettarsi che lo spettacolo venga inserito nel cartellone della prossima stagione teatrale del Salone Margherita di Roma.
799px-Jan_Styka_-_Nero_at_Baiae

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...