Teatro

#Recensione: “Pensare – Programma delicato” al Teatrosophia

Pensare – Programma delicato” racconta la caducità dei pensieri, sfidando il pubblico a definire il confine invisibile fra le trincee quotidiane scavate da quella che i più definiscono normalità. Scritto da Laura Bucciarelli e diretto da Pietro Dattola, lo spettacolo è stato portato in scena per la prima volta, fuori concorso, lo scorso 8 giugno al Teatrosophia all’interno della rassegna Inventaria.

Di “Pensare – Programma delicato” è Flavia Germana de Lipsis la protagonista assoluta, confermando le sue incredibili doti artistiche. Una giovane donna in stato confusionale che cerca di ricucire i brandelli della sua memoria aggrappandosi disperatamente alle “cose semplici”, come verranno in seguito nominate, che possano aiutarla a non farle dimenticare chi è e perché è al mondo.
fc PENSAREFiltrare, attraverso le trame di un diverso modo di essere, dubbi e domande universali, è la chiave di lettura che rende originale il testo proposto. Il tempo può divenire unità di misura riciclata, buttata o differenziata. Cosa ci indirizza verso una di queste 3 dimensioni? I divieti. Una suggestione appena sfiorata nel racconto ma che scava un solco indelebile nelle nostre intelligenze emotive. La scenografia, composta da un’unica sedia al centro del palco, segna anch’essa il confine fra le parti in delicato equilibrio: il passato e il presente di una donna diversa dalle altre.

“Bisogna pensare se si vuole durare nel tempo”: come una cantilena forzata questo ritornello di “Pensare – Programma delicato” si fissa nelle maglie di un racconto che trasforma piccole metafore in sassi da scagliare con forza contro tutto ciò che ci vieta di essere esattamente come siamo. Le scarpe che la protagonista metterà in ordine più e più volte durante lo spettacolo, non sono forse i passi che percorriamo? Se i passi sono ordinati potrebbe esserlo anche la nostra vita. Potrebbe. Perché tutto è diverso da come pensiamo sia visto. Compresi noi stessi.

The Parallel Vision ⚭ _ Raffaella Ceres)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...