Teatro

Maledetto, “stupendo” Peter Pan al Teatro della Cometa

Se avete un divano e un compagno, marito, fidanzato (possibilmente sulla quarantina), questo è lo spettacolo che fa per voi.

Se non avete un fidanzato, compagno, marito & co, dopo questo spettacolo forse vi riterrete pure un po’ fortunate.

Se non avete un divano… Beh, questo potrebbe essere un problema!

Maledetto Peter Pan” di Michele Bernier e Marie Pascale Osterrieth, dal fumetto “Le Demon de Midi” di F. Cestac (Edizioni Dargaud), traduzione e adattamento di Carlotta Clerici e Antonella Questae con Michela Andreozzi e la bella regia di Massimiliano Vado, è una carrellata di aneddoti, battute, sillogismi da rivendere alle amiche in crisi, ma soprattutto è la commedia per sopravvivere con una dose di buona ironia alle delusioni del cuore.

Andreozzi-Ph-Gravelli_2-maledetto-peter-pan-7

(Foto: © Gravelli)

E con “delusioni del cuore” non parliamo di tragedie shakespeariane. Parliamo di quelle piccole grandi illusioni che appartengono alla vita di tutti. La coppia perfetta che si trasforma ne “La tempesta perfetta” senza però il bel George Clooney.

Procediamo con ordine: la “storia” portata in scena per l’occasione al Teatro della Cometa dall’inarrestabile Michela Andreozzi racconta la vita di una giovane donna alle prese con il tradimento del marito con la giovane segretaria. Un evergreen per presentare una carrellata di personaggi che mettono in luce la versatilità incredibile della bella artista romana.

maledetto-peter-pan-0108-ph-gabrielegelsi-2

(Foto: © Gabriele Gelsi)

La crisi della mezza età maschile, meglio nota come sindrome di Peter Pan riesce, grazie alla contagiosa allegria della pièce, a mettere d’accordo tutti. Perché, se è vero che Michela non risparmia proprio nessun uomo con le inarrestabili battute della performance, è anche vero che le donne chiamate in causa dalle istantanee drammaturgiche scattate, ne traggono saggi insegnamenti per prendere in giro loro stesse e le proprie idiosincrasie.

La scenografia è in bilico fra oggetti vintage e arredamenti modernissimi, fra il bianco rassicurante ed il rosso della passione. O della rabbia. Quella “rabbia bella” che permette a ciascuno di noi di superare brillantemente gli inciampi più o meno disparati che possiamo incontrare fra un attimo di felicità e l’altro.

Maledetto Peter Pan” è un fortunato spettacolo francese, clamoroso successo di pubblico e critica. Nasce come un fumetto della geniale Florence Cestac, diventato poi un testo teatrale grazie all’attrice comica Michele Bernier e alla regista Marie Pascale Osterrieth e successivamente anche un film. Un progetto tutto al femminile che Michela Andreozzi e Massimiliano Vado portano nei teatri italiani con la stessa incredibile fortuna.

Ridere è un linguaggio universale. Attraverso una sana risata siamo in grado anche di restituire il giusto valore alle situazioni più complesse. Vale la pena credere nell’amore, nella coppia perfetta e nella vita, ci suggerisce in ultima analisi la stessa Andreozzi.

maledetto-peter-pan-0108-ph-gabrielegelsi

(Foto: © Gabriele Gelsi)

Andate al Teatro della Cometa fino al prossimo 28 gennaio e regalatevi una dose di risate intelligenti, possibilmente insieme al vostro unico e personalissimo Peter Pan: ve lo suggeriamo noi dopo aver visto uno spettacolo imperdibile.

The Parallel Vision ⚭ _ Raffaella Ceres)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...