Recensione

Frida Kahlo: il ritratto di una donna, il coraggio delle donne

Frida Kahlo: il ritratto di una donna” è testimonianza di vita, che si trasforma in inno all’amore. Questo è il focus dello spettacolo dedicato a Frida Kahlo in scena fino al 21 maggio al teatro Quirino e diretto da Alessandro Prete.

Raccontare la vita di Frida Kahlo significa dichiarare il valore di una grande artista e di una donna coraggiosa. Lasciare che la sua vita diventi l’opportunità per omaggiare tutte le donne è invece un atto di vero amore verso questa poliedrica artista e nei confronti della vita stessa.

Il risultato della lotta è la vita

Lo spettacolo dedicato a Frida Kahlo, nuovamente in scena sotto il cielo della Città Eterna, è uno spettacolo difficile perché semplificare senza banalizzare è un’operazione che riesce solo a chi usa il cuore prima di ogni altra analisi di drammaturgia teatrale.

Balletti, contributi multimediali e dialoghi impegnativi sono gli strumenti che Alessandro Prete, Igor Maltagliati e Luca Setaccioli hanno messo in dialogo fra di loro ottenendo un risultato armonioso. “Viva la vita!”, verrebbe voglia di gridare alla fine di uno spettacolo che rende animate alcune delle opere di Frida Kahlo (Alessia Navarro) per accompagnare idealmente gli spettatori sulla scena e narrare il coraggio delle donne in un tempo sospeso fra il passato ed il futuro.

frida-Kahlo-teatro-quirino-1Cosa potrebbe accadere se le donne dicessero la verità sulla propria vita, sui propri sogni e desideri, senza filtri ma con la stessa nuda passione di Frida? Dolore e felicità, piatti di una bilancia che non perdona; essere madre o essere figlia, la diversabilità; il tradimento, l’amore che non conosce limiti e la morte sono i grandi temi che abbracciano lo spettacolo.

La scenografia è accurata quanto essenziale, i balletti sono belli da vedere come bella è stata la voglia di amare di Frida. I contributi multimediali sono duri e provocatori così come lo è stata la sua arte e i dialoghi sono passionali come la vita della pittrice messicana.

Non sempre gli spettacoli teatrali vengono compresi fin dal loro debutto e questo, in scena già da diverse stagioni, non ne rappresenta un’eccezione che conferma la regola. Proprio il fatto di essersi però sperimentato su tanti palchi diversi incontrando il pubblico più variegato ha probabilmente permesso al progetto di crescere e maturare.

L’inizio di “Frida Kahlo: il ritratto di una donna mette in crisi gli spettatori e i dialoghi molto complessi sono un esame di attenzione non semplice da superare. Ma l’interpretazione degli artisti in scena, Alessia Navarro, Gianluca Gobbi, Giulia Barbone, Giulia Santilli e la poesia nelle opere di Frida Kahlo lasciano un retrogusto piacevole, persino per i palati più esigenti, chiamato coraggio.
frida-Kahlo-teatro-quirino-2Per chi non conoscesse ancora la sua vita, Frida Kahlo: il ritratto di una donna è un’ottima occasione per decidere di approfondire la conoscenza di questa artista; per chi invece ne ha un’idea più completa, questo spettacolo è veicolo di emozioni che appartengono alla sensibilità femminile senza essere femminista.

The Parallel Vision  _ Raffaella Ceres)
(Foto: © Massimiliano Fusco)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...