concorso

#LiveReport: Arezzo Wave Band! Mèsa, Dos e La Scala Shepard

Se oggi 13 aprile sono qui seduta a gambe incrociate su una cassa di legno al Trenta Formiche mentre è tutto ancora vuoto e c’è solo un Lp che gira e con lui Dylan ed Emmylou Harris che duettano in “Oh, sister“, è perché sono stata tante altre sere appollaiata nella stessa posizione sul panchetto esterno al Monk, aspettando da sola, tra i gatti, l’inizio dei live, con in mano un bicchiere di vino.

È lì che sera dopo sera Matteo “Pippo” Rossi alla fine ha capito che non sono una solitaria, alcolista e gattara ma che semplicemente quando esco, ascolto e scrivo per The Parallel Vision. E così mi ha invitato a seguire le semifinali per le selezioni delle band che suoneranno ad Arezzo Wave Festival, uno dei molti progetti che lui segue come referente regionale.

arezzo-wave-festival-30-formiche-8280

Mèsa

Arezzo Wave Festival quest’anno si terrà a Milano il 23 e il 24 giugno. In queste settimane al Trenta Formiche si sta tenendo una serie di live per le selezioni regionali, al fine di scegliere 4 band che suoneranno alla finalissima del Monk il 17 maggio. Lì verrà decretata la band vincitrice che volerà poi a Milano.

Al 30 Formiche non ci ero mai stata. Il posto si riempie pian piano, conosco anche i soci che mi raccontano la storia del locale e che i loro live sono orientati al garage punk. Mi riprometto di imparar di più sul genere. Stasera suonano MèsaDos e La scala Shepard. Mezz’ora a testa.

Non ci sarà un vincitore ad evento, quindi non c’è tensione da contest. Ma una giuria sì. Eccome. Nella penombra riconosco (grazie anche ad alcuni suggerimenti) il responsabile regionale Arezzo Wave Festival Cristiano Cervoni, Valerio Mirabella di The RoostGianluca Polverari di Radio Città ApertaEmanuele Tamagnini di Nerds Attack e il sovracitato Matteo “Pippo” Rossi.

Dopo poche chiacchere d’introduzione, sale per prima sul palco Mèsa. Ha venticinque anni, originaria della Sicilia. Simone Zivillica l’ha intervistata giusto qualche mese fa. Scorrono veloci i brani tratti dall’Ep “Cose vere”, tra i quali incastona un’elegante versione di “Shut up kiss me” di Angel Olsen. Canta un inedito dal titolo “Le metamorfosi dell’aria. Conferma la sua bravura.

arezzo-wave-festival-30-formiche-8279

La Scala Shepard

Cambio palco, la sala è invasa dalle strofe “Cause the sweetest kiss, ever got is the one I’ve never tasted” e subito mi si strugge il cuore, è uno dei brani più toccanti di Sixto Rodriguez. Ma è il momento di DosDos è l’acronimo di Duo Onirico Sonoro. Percussioni, synth e loop station. L’atmosfera si fa immediatamente ultraterrena, abbandono ogni basso sentimentalismo.

Suonano una serie di brani tratti dall’ultimo loro album, l’omonimo “Dos”, che spaziano tra richiami etnici e ipnotismi alla Massive Attack. Poi arriva la terza e ultima band della serata, La Scala Shepard. La loro macchina era parcheggiata fuori, piena di adesivi di gruppi romani. Trasteverini, sempre travolgenti, portano i brani tratti dall’ultimo loro album “Eureka”.

arezzo-wave-festival-30-formiche-8163-1Ogni volta che li ascolto mi colpisce la loro giocosa autoironia, ben rappresentata nel testo di “Non ti fidare di un artista”. Alla fine della loro mezz’ora parte “Don’t eat the yellow snow di Frank Zappa. Di lui, in questo caso, mi fido ciecamente. Le selezioni regionali di Arezzo Wave Festival proseguono domani, giovedì 20 aprile, sempre al Trenta Formiche in Via Del Mandrione 3 con le band Random ClockworkBlack Snake Moan – One Man Band e La Base. Entrata gratuita con Tessera Arci.

The Parallel Vision  _ Margherita Schirmacher)
(Foto: © Margherita Schirmacher)

2 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...