Teatro

“La donna che disse no”, la storia di Franca Viola all’Ar.Ma

Dopo il successo dello scorso anno al Teatro Palladium, Pierpaolo Saraceno porta sul palco dell’Ar.Ma TeatroLa donna che disse no”, un’opera teatrale liberamente tratta dalla vera storia di Franca Viola. Sul palco, insieme allo stesso autore e regista, Mariapaola Tedesco. Quello di Franca fu il primo vero rifiuto al matrimonio riparatore. Divenne simbolo della crescita civile dell’Italia nel secondo dopoguerra e dell’emancipazione delle donne italiane.

Nel 1965, a soli 17 anni, Franca venne rapita da Filippo Melodia, nipote del mafioso Vincenzo Rimi e da altri suoi amici. La ragazza fu violentata e poi segregata per otto giorni. Il padre fu contattato dai parenti di Melodia per la cosiddetta “paciata”, ovvero per un incontro volto a mettere le famiglie davanti al fatto compiuto e far accettare ai genitori di Franca le nozze dei due giovani.

Secondo la morale del tempo, una ragazza uscita da una simile vicenda avrebbe dovuto necessariamente sposare il suo rapitore, salvando l’onore suo e quello familiare. All’epoca, inoltre, la Repubblica Italiana proteggeva, con l’articolo 544 del codice penale, il reato di violenza carnale, il quale veniva estinto se l’aggressore sposava la sua vittima. Franca Viola si rifiutò di sposare Melodia e, solo nel 1981, l’articolo 544 venne abrogato.

Si dovrà invece aspettare il 1996 perchè in Italia lo stupro venga legalmente riconosciuto non più come un reato “contro la morale”, bensì come un reato “contro la persona”. Il testo di Pierpaolo Saraceno rappresenta una continua lotta tra un vero ed ingenuo amore e un matrimonio riparatore da parte della mafia siciliana. Un mix tra prosa, musica e crudi movimenti corporei.

Essere Franca“, racconta il regista, “significa provare l’ebbrezza della libertà, reggere il sacrificio della coraggiosa scelta, mettere in discussione l’esistenza di Dio. Un oscuro circo a ciel sereno, all’interno del quale ci si ama e ci si odia“.La donna che disse no” verrà messo in scena all’Ar.Ma Teatro (Via Ruggero di Lauria 22) dal 13 al 16 aprile.

Venerdì e sabato lo spettacolo inizierà alle 21, mentre domenica alle 18. Il costo del biglietto è di 10 Euro. Tutti i dettagli su “La donna che disse no” sono disponibili collegandosi alla sua Pagina Facebook Ufficiale.

The Parallel Vision ⚭ _ Redazione)
(Foto: © Daniele Manzella)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...