Cultura

Visite gratuite per prevenire il cancro al seno domani a Roma

Ottobre è diventato ormai sinonimo di prevenzione del tumore al seno grazie all’impegno della LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori e della sua Campagna “Nastro Rosa”, giunta alla 24esima edizione.

La sezione provinciale di Roma della LILT e l’ENPAM, Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza dei Medici, danno appuntamento alle donne che tengono a cuore la propria salute sabato 15 ottobre, nei giardini “Nicola Calipari” di piazza Vittorio Emanuele II.

lilt-prevenzione-cancro-al-seno-1

Per una giornata, la storica piazza tornerà ad essere il luogo della prevenzione e dell’unione delle due campagne di sensibilizzazione portate avanti dai due enti: “Piazza della salute” dell’ENPAM e “Nastro Rosa” della LILT.

Dalle 10 fino alle 17 della sera, i medici volontari della LILT di Roma con il supporto dell’ENPAM offriranno visite senologiche gratuite. L’iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione ed evidenziare nuovamente il valore della diagnosi precoce. E’ possibile prenotare la propria visita tramite la Pagina Facebook della LILT di Roma inviando un messaggio privato.

lilt-prevenzione-cancro-al-seno-3

Questo il programma della giornata:

10 – 10.30: Il dottor Roberto Morello, responsabile della sezione Roma della Lega italiana per la lotta contro i tumori, apre la giornata e avvia i lavori illustrando le attività della LILT.

10.30 – 13.30: Visite gratuite di prevenzione al seno

11 – 13: Fatima Scialdone, attrice e direttore artistico dell’Associazione culturale Tango Eventi, racconta la sua testimonianza di paziente e invita tutti all’”Abbraccio universale del tango“. Partecipano all’evento i Viajeros de los abrazos.

14.30 – 17: Riprendono le visite gratuite di prevenzione al seno

lilt-prevenzione-cancro-al-seno-2Nel nostro Paese dal 2010 ad oggi, sono stati registrati oltre 581mila casi di tumore alla mammella, secondo il Registro dei Tumori. Più di 48mila si contano nel Lazio, mentre solo lo scorso anno si stima che siano stati diagnosticati circa 47.900 nuovi casi a livello nazionale.

Nonostante questo dato allarmante, una donna su cinque sembra non aver ancora compreso i rischi legati a questa patologia oncologica perché continua a condurre uno stile di vita non salutare e a non fare prevenzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...