archeologia

Civita di Bagnoregio sta morendo. Venerdì 19 giugno un incontro nella piazza del borgo con Nicola Zingaretti per sostenere l’appello e firmare la petizione

La chiamano “La Città che Muore“, è una delle meraviglie del Lazio e di tutta Italia, è abitata da una dozzina di persone e l’unica via di accesso alla cittadina è costituita da un ponte pedonale costruito nel 1965, che solo di recente ha avuto l’autorizzazione comunale ad essere percorso anche da cicli e motocicli. Parliamo di Civita di Bagnoregio, un borgo in provincia di Viterbo dalle apparenze fiabesche, ma che deve fare i conti con una realtà spietata, quella di un destino che sembra già segnato e che ha suggerito il suo sinistro soprannome. “La Città che Muore” non è infatti un’esagerazione, ma una presa di coscienza. Il territorio su cui sorge Civita è una vallata costantemente soggetta ad erosioni e frane, cause principali del suo isolamento. E si teme che prima o poi al borgo tocchi la stessa sorte. Per questo il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha lanciato un appello alle personalità della cultura e della scienza di farsi primi ambasciatori nella difesa di Civita e della valle dei Calanchi. Già in molti hanno sottoscritto l’appello, dal Ministro dei Beni Ambientali e Culturali Dario Franceschini a Eugenio Scalfari, da Andrea Camilleri a Dario Fo. Ma questo non basta ancora.
Venerdì 19 giugno, a partire dalle 18.30, Civita di Bagnoregio organizza un incontro in Piazza San Donato in cui interverranno Zingaretti assieme al Sindaco Francesco Bigiotti e ad alcune personalità firmatarie dell’appello. Alle 19.30 è previsto il concerto di Danilo Rea con “Suoni per Civita“, mentre dalle 20 degustazione e musica nel Giardino del Poeta. Inoltre, dalle 16.30 presso il Belvedere sarà possibile ammirare “Le Eccellenze della Tuscia” di Expo 2015. Civita, infine, accoglierà i visitatori dalle 18.30 con “Ponte a Sonagli“, installazioni dell’artista Bruna Esposito allestite lungo il ponte d’ingresso.
Per sottoscrivere l’appello e dare un contributo al salvataggio di Civita di Bagnoregio è possibile collegarsi al sito www.regione.lazio.it e cliccare su “Civita di Bagnoregio, Patrimonio Unesco, firma l’Appello“. Al momento, i firmatari sono più di 17.000, ma ne mancano circa 8.000 per poter candidare il borgo a diventare “Patrimonio dell’Umanità” dell’Unesco, non come semplice luogo a sé stante, ma come il fulcro di un “sistema di paesaggi”.

civita1 Civita_di_Bagnoregio-case2 Civita_di_Bagnoregio-case3 Civita_di_Bagnoregio-piazza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...