Cultura libri

#Recensione: Eleonora Danco, “Tempi morti”

#Recensione: Eleonora Danco, “Tempi morti”

tempi-morti-eleonora-danco-figure-geometriche

Questa mattina non devo fallire. L’appuntamento in teatro. La mia non scelta di non vivere era sotto gli occhi di tutti tranne i miei. Occhi miscelati di ossessione“.

Ho squarciato la tasca di una giacca, una volta ci ho trovato diecimila lire, ma siamo nell’euro. Raspato nelle borse, nelle tasche dei pantaloni, spostato il divano. Non avere soldi è una scelta quando te ne fotti di tutto“.

Il legame con le idee è sempre questo, crearsi problemi. Ma no… È altro. Un desiderio di farsi inghiottire dalla terra, di rimanere a metà. Io non lo sapevo”.

“Tempi morti”: il libro

Tempi morti” corrisponde a un mondo nella sua interezza, quello di un’artista che ne ha attraversati molti.

Fra le pagine sono compresi oltre 2 decenni della carriera artistica di Eleonora Danco: prosa, monologhi, poesie, testi teatrali da “Ragazze al muro” (1996) fino a “dEVERSIVO” (2017).

Un’artista considerata unanimemente fra le più interessanti della scena internazionale.

Per quanto non è semplice individuare direzioni comuni nel confine di una produzione versatile e saperne restituire ricchezza, sembra che per “Tempi morti” queste rotte si articolino nell’assenza di argini.

La sopravvivenza coincide allora spesso, per manifesti paradossi, con l’atto di nettàre perché sia mantenuta l’essenza dei gesti.

La vita stessa che comprende e inventa le sue numerose mancanze, per gioco o necessità.

Quello di Danco è un quotidiano informe, succedaneo e ricco, urbano eppure distante dalla routine.

Anche quando la racconta sembra sottrarvisi, con grazia.

Poesia e teatro discutono fra loro, completandosi l’un l’altro: restituendosi quanto è sospeso.

Tempi morti“, tra gli ultimi libri usciti in libreria, è indubbiamente uno dei più curiosi e stuzzicanti.

L’autrice

Eleonora Danco è regista, drammaturga, attrice, performer.

Nel 2014 ha scritto, diretto e co-interpretato il suo primo film per il cinema, “N-CAPACE“, vincitore di 2 menzioni speciali al 32esimo Film Festival di Torino ed è stata candidata ai David di Donatello e ai Nastri D’argento 2015.

Dal 1996 scrive, dirige e co-interpreta spettacoli diventati cult come:

  • Nessuno Ci Guarda (2000)
  • Ero Purissima (2003)
  • Me Vojo Sarva’ (2005)
  • Sabbia (2005)
  • Scroscio (2009)
  • Intrattenimento Violento (2020)

Dirige da oltre 15 anni seminari sulla drammaturgia e l’interpretazione.

Tra il 2020 e il 2021 ha realizzato per il Teatro di Roma una serie di cortometraggi sui quartieri della Capitale.

Come attrice ha lavorato, tra gli altri, con Nanni Moretti, Daniele Luchetti, Ettore Scola, Cristina Comencini, Marco Bellocchio, Luca Scivoletto.

Il suo secondo film è in preparazione mentre per il teatro sono previsti 2 nuovi debutti nella stagione 22\23.

Tempi morti” è la sua seconda pubblicazione letteraria.

Scheda del libro

  • Titolo: “Tempi morti”
  • Autrice: Eleonora Danco
  • Edizioni: Giulio Perrone
  • Pagine: 200
  • Euro: 20,00
  • Codice ISBN-13: 978-8860046253

(© The Parallel Vision ⚭ ­_ Flavia Cidonio)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: