Cultura Musica

#Recensione: Micky Guns, “Blasted Lands and Ghosts”

#Recensione: Micky Guns, “Blasted Lands and Ghosts”

L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio“. 

Ascoltando “Blasted Lands and Ghosts”, il primo lavoro firmato Micky Guns, non si può non partire da questa citazione tratta da “Le città invisibili” di Italo Calvino per passare poi alle terre desolate, ai fantasmi.

ragazzo-chitarra-capelli-lunghi

Il disco di Micky Guns

Se come Marco Polo dovessimo raccontare questo disco come una città, sarebbe “La città che nessuno conosce”.

Quello spazio temporale, come un limbo, in cui ci si ritrova in bilico tra il cadere e il risalire.

Un viaggio sonoro intimo ed evocativo, nel vero senso della parola “Evocare”: chiamare a sé i fantasmi sia passati che presenti.

Blasted Lands and Ghosts” è un Ep composto da 4 brani: 2 strumentali (“Higher self blues” e “Ghost dance”), una cover (“Baby, please don’t go”) e un solo brano cantato: “Exclusion zone”. 

Una danza tribale intorno al fuoco

È un viaggio attraverso le terre abbandonate, metafora dei cambiamenti della vita, tutto ciò che ne rimane dopo la battaglia.

Un viaggio fatto di chitarre ferrose, di slide, di blues, di fusti percossi.

Una danza tribale intorno al fuoco. Non a caso tutte le foto legate al progetto, al video e alla cover dell’Ep sono tinte di un rosso fuoco e sangue. 

Micky Guns ci accompagna con le sue chitarre dobro e parlor in questa danza oscura, viscerale, un sussulto della terra e della polvere.

Liberarsi dal male e consacrarsi così sull’altare della Musica.

Tra i dischi 2021 che abbiamo amato di più, questo lavoro occupa di sicuro una posizione di rilievo ed è uno degli ultimi album usciti che ci ha maggiormente convinti.

Per ascoltare l’Ep di Micky Guns

Di seguito trovate il link per ascoltare integralmente “Blasted Lands and Ghosts” firmato da Micky Guns:

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: