Cultura Letteratura

Casino e scommesse, ecco scrittori e romanzi più interessanti

Scrittori e romanzi più interessanti della storia letteraria ispirati ai casino e alle scommesse

Attualmente il mondo delle scommesse e del poker online prende vita e si mostra soprattutto attraverso l’universo digitalizzato delle piattaforme come casino online NetBet ma in realtà esistono da centinaia di anni libri e romanzi ispirati al mondo del gioco d’azzardo.

Gli scrittori più conosciuti che amavano alla follia frequentare i casino e gli ippodromi fino al punto di influenzare in maniera determinante la produzione artistica, sono Dostoevskij e Bukowski.

Ecco quali sono i romanzi più interessanti ispirati al mondo dei casino e delle scommesse da leggere tutti d’un fiato. 

occhiali-libro-cellulare

“Il Giocatore” di Dostoevskij: un romanzo sui casino scritto per una vera scommessa

Analizzando il romanzo in maniera più approfondita si evince che è stato scritto con una velocità al limite, soltanto 4 settimane per uno dei libri più autentici mai realizzati sul mondo dei casino.

I difetti riguardano soprattutto l’ammontare di vincite che in alcuni casi non è preciso, titoli nobiliari che cambiano e anche meteo instabile sulla linea temporale (albe piovose che diventano improvvisamente mattinate assolate).

Ma per il resto, “Il Giocatore” è il miglior romanzo in assoluto nella descrizione minuziosa di ogni tipologia di giocatore che frequenta i casino del XIX secolo.

Una lettura appassionata con un Dostoevskij inedito e meno perfezionista del solito, che riesce a vincere la sua scommessa con l’editore e con i diritti corrisposti del romanzo, riesce parzialmente a saldare i suoi debiti di gioco.

Una storia che intreccia biografia e invenzione, amore e matematica, nelle ambientazioni della città immaginaria di Rulettenburg succede proprio di tutto.

Charles Bukowski e gli ippodromi come metro di interpretazione della realtà

Sono tantissimi i racconti e capitoli dei romanzi dello scrittore più pazzo al mondo (probabilmente per questo anche il migliore in assoluto, come amava sempre ricordare) che narrano le storie di ordinaria follia negli ippodromi.

Qui per Bukowski è rappresentato simbolicamente il mondo in ogni sua categoria di persone.

Romanzi come “Post Office“, “Factotum“, “Donne“, “Hollywood Hollywood” e tanti altri, sono densi di storie, teorie e aneddoti delle corse ai cavalli.

L’argomento abbonda anche nelle raccolte di racconti (Storie di Ordinaria Follia, Musica Per Organi Caldi, Compagno di Sbronze ecc.) e persino nelle poesie.

La scommessa ai cavalli, le puntate sugli sport come baseball e football, il gioco d’azzardo nei casino, rappresentano per Hank il pane quotidiano fra una poesia e l’altra, fra un racconto e l’altro, fra un romanzo e l’altro e soprattutto, fra una bevuta e l’hangover.

Ma la vera scommessa è quella sulla sua letteratura innovativa, minimale e grottesca, ironica ed esistenzialista, che lo scrittore ha vinto all’alba dei suoi 55 anni.

Il Giocatore (Ogni Scommessa è Debito)

Marco Baldini racconta la sua storia con il gioco d’azzardo e non tralascia nessuna categoria, fra scommesse, casinò fisici e casinò online, il conduttore fiorentino le ha giocate proprio tutte e si narra con ironia e distacco in un romanzo davvero divertente ma che lascia riflettere.

Lo stile dissacrante non risparmia i personaggi grotteschi, tragici e assurdi che popolano questo mondo alla costante ricerca di una fortuna disperata.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: