Cultura

Nasce il nuovo Museo della Shoah accanto a Villa Torlonia

Nasce il nuovo Museo della Shoah di Roma accanto a Villa Torlonia

È stato avviato il cantiere per la costruzione del nuovo Museo della Shoah di Roma che sarà realizzato accanto a Villa Torlonia

Il Museo sarà costituito da 2 strutture connesse: una avrà la forma di una “scatola nera” sulla quale verranno riportati i nomi delle persone deportate, l’altra struttura ospiterà la hall di ingresso al Museo.

museo-scritte-alberi-progetto

Il progetto dell’edificio

L’edificio si svilupperà su diversi piani interrati e altri dove sono previsti uffici amministrativi, un’area caffetteria e la scala centrale che condurrà all’inizio dell’esposizione permanente. 

Sarà realizzato un lungo percorso pedonale dall’ingresso di Villa Torlonia verso la hall del Museo, dedicato ai “Giusti”, a coloro che prestarono aiuto agli ebrei perseguitati.

Sarà presente anche una biblioteca, un centro studi a disposizione anche delle scolaresche in visita al Museo.

Previsti spazi aperti, servizi igienici e parcheggi sotterranei.

I lavori saranno eseguiti utilizzando tecniche per il contenimento del rumore, anche per non arrecare disagio ai residenti della zona.

Il cantiere, secondo il cronoprogramma stilato dall’impresa che effettuerà i lavori, avrà una durata di circa 3 anni.

Recupero urbano di Tor Bella Monaca: ok al progetto

Intanto la Giunta capitolina ha approvato la delibera di variante al progetto urbanistico definitivo per il completamento delle opere pubbliche del Programma di Recupero Urbano (PRU) Tor Bella Monaca

I nuovi indirizzi di pianificazione su cui si basa la variante sono finalizzati a contenere il consumo di suolo riducendo la frammentazione delle aree edificate per migliorare la fruibilità, le prestazioni ambientali e le qualità paesaggistiche oltre a densificare i nodi urbani già infrastrutturati.

Importante la condivisione degli obiettivi con il Municipio VI che ha attivamente collaborato alla revisione del Piano.

Il progetto

Attraverso il provvedimento, che fa seguito alla nuova convenzione stipulata a marzo del 2021 tra Roma Capitale e Galotti SpA, soggetto attuatore del programma urbanistico, il progetto prevede:

  • la realizzazione delle nuove complanari e svincoli dal GRA (già approvati e finanziati con precedenti atti)
  • la riduzione e la concentrazione delle destinazioni residenziali e dei relativi servizi (scuole e centri civici) nella zona Sud (lato via Casilina) adiacente alla fermata “Torrenova” della linea C della metropolitana, al fine di contenere il consumo di suolo e rendere la fermata della metropolitana accessibile a piedi da tutti gli edifici dell’insediamento
  • il ripensamento dell’edificio commerciale e delle aree a parcheggio con l’obiettivo di realizzare così un insediamento al diretto servizio dell’ambito urbano
  • la realizzazione di un nuovo sistema di strade in grado di raccordare la maglia viaria esistente per favorire una migliore circolazione in tutto il quartiere e in particolare nell’area di Torre Gaia
  • la creazione di un vasto sistema di aree verdi tra l’edificato e il GRA, liberato da previsioni edificatorie e reso accessibile dal nuovo sistema viario e ciclopedonale. Il nuovo parco sarà attrezzato anche con il restauro dei casali storici esistenti da trasformare in servizi pubblici

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: