Cultura Mostre

La Terrazza del Pincio accoglie 2 sculture di Carole Feuerman

La Terrazza del Pincio accoglie 2 sculture di Carole A. Feuerman

Le due opere “Strength” e “Fire & Harmony” completano l’esposizione della stessa artista in corso alla Galleria d’Arte Moderna

Nuovo e suggestivo appuntamento con le sculture di Carole A. Feuerman alla Terrazza del Pincio, dove sono giunte 2 opere ad arricchire e completare l’esposizione dell’artista già in corso, aperta fino al 10 ottobre 2021, alla Galleria d’Arte Moderna di Via Francesco Crispi. 

Conosciuta per le sue creazioni in resina colorata, in occasione di questo nuovo appuntamento l’artista presenta le 2 più recenti sculture Strength” e “Fire & Harmony, in bronzo e foglia d’oro, che saranno visibili fino al 21 settembre 2021.

statue-sculture-danza-terrazza

“Strength”

Strength” appresenta il significato della forza secondo l’artista, che non è solo l’energia fisica, che rende capaci di eseguire varie azioni, come sollevare o spostare le cose, ma può anche esprimere i tratti positivi come la capacità di pensare, sentire e comportarsi con se stessi e con gli altri.

Fire & Harmony

Fire & Harmony rappresenta invece l’alta saggezza, che determina l’ampiezza della pace, la profondità dell’esplorazione, l’estensione del progresso e il limite della trascendenza.

La posizione delle gambe, a 160 gradi l’una dall’altra, esprime sia la pace che l’Armonia.

L’artista

Carole A. Feuerman, riconosciuta a livello internazionale come uno dei massimi esponenti dell’arte scultorea americana, è una delle più rinomate scultrici iperrealiste, definita dallo storico dell’arte John Spikela regina del super-realismo”.

Carole crea opere di bronzo, resina e marmo a grandezza naturale e in miniatura ed è meglio conosciuta per i suoi pezzi figurativi di grandi dimensioni che ritraggono nuotatrici.

La tecnica dell’artista è caratterizzata da una perizia senza eguali.

Dalla scelta del modello al primo calco in silicone procedendo con quello in gesso fino ad arrivare all’intervento creativo più minuzioso attraverso l’applicazione delle ciglia, gli interventi successivi sulle piccole rughe, le pieghe fino alle lentiggini e alle gocce d’acqua che scivolano sulla pelle.

Un atto continuo che si rigenera ogni volta che l’opera è esposta.

Informazioni

L’iniziativa fa parte della nona tappa del progetto “From La Biennale di Venezia & Open to Rome. International Perspectives” curato dal 2016 da Claudio Crescentini e Paolo De Grandis, ed è promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali in collaborazione con PDG Arte Communications in partnership con Bel-Air Fine Art – Contemporary Art Galleries.

Mostra a cura di Paolo De Grandis e Carlotta Scarpa e con il patrocinio dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia.

Servizi museali di Zètema Progetto Cultura.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: