Cultura

Via a cohousing per sostenere detenuti nel reinserimento

Via a secondo cohousing per sostenere persone detenute nel reinserimento

Al via il secondo appartamento in cohousing di Roma Capitale per sostenere persone detenute ed ex detenute nel percorso di reinserimento.

Il servizio è realizzato in collaborazione con l’Asp Asilo Savoia, con cui l’Amministrazione ha firmato un accordo finalizzato a mettere in campo un piano personalizzato di intervento per ciascuna persona ospitata in questi appartamenti.

L’appartamento già pronto

L’appartamento pronto ad accogliere gli ospiti è il secondo cohousing capitolino per detenuti ed ex detenuti dell’Amministrazione.

Entrambi i servizi sono stati realizzati all’interno di immobili di proprietà dell’Asp Asilo Savoia in zona San Giovanni e, in totale, potranno ospitare 10 persone.

Il progetto punta a offrire un supporto concreto nella fase di reinserimento, partendo dalla cura da parte di ciascun ospite dell’appartamento condiviso e attivando parallele azioni di affiancamento, servizi socio assistenziali e orientamento professionale e lavorativo, con l’obiettivo di sostenere le persone lungo il percorso verso l’autonomia.

“Obiettivo: aiutare le persone nel recupero della piena autonomia”

Aprire nuovi servizi per contribuire al positivo reinserimento delle persone è un atto concreto per migliorare la capacità di accogliere e sostenere il tessuto sociale da parte della nostra Comunità” ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Abbiamo messo in campo questi progetti per offrire agli ospiti di questi cohousing un percorso personalizzato, con il sostegno e l’orientamento necessari, al fine di aiutarli nel recupero della piena autonomia”.

“Raccogliamo i frutti di un attento lavoro di pianificazione”

L’impegno per avviare sempre più servizi improntati sul modello dell’appartamento condiviso è stato massimo e oggi raccogliamo i frutti di un attento e serio lavoro di pianificazione” ha dichiarato l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì

Favorire le reti di collaborazione con le realtà presenti sul nostro territorio è un obiettivo strategico fondamentale che abbiamo perseguito come Amministrazione, rafforzando i servizi presenti attraverso l’incontro e la collaborazione di diverse professionalità ed esperienze, unendo così le forze con l’obiettivo comune di sostenere le persone in condizioni di fragilità verso l’autonomia”.

“Ridurre la marginalità sociale attraverso progetti come questo”

Proprio attraverso progetti come questo si sostengono con solerzia tutti coloro che si trovano in condizioni svantaggiate, cercando in modo attivo di ridurre la marginalità sociale e fornendo a queste persone la possibilità di rimettersi in gioco e ripartire in modo diverso, facendo tesoro delle esperienze passate e guardando al futuro con maggiore fiducia” ha fatto presente la vice presidente dell’Asp Asilo Savoia Emanuela D’Imperio.

Servizi importanti che vanno nella direzione dell’accoglienza e dell’accompagnamento. Antidoti concreti alla recidiva”, ha sottolineato la garante dei diritti delle persone private della libertà personale di Roma Capitale Gabriella Stramaccioni.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: