Arte Cultura Mostre

Da Afnakafna doppia personale di Daria Palotti e Debora Malis

Va avanti da Afnakafna la doppia personale di Daria Palotti e Debora Malis

Si intitola “Ragione e Sentimento” la doppia mostra personale che propone i lavori di Daria Palotti e Debora Malis presso la Galleria Afnakafna in Via della Fontana.

Ragione e Sentimento“, bipersonale a cura di Antonella Caraceni, andrà avanti fino al 10 luglio.

Il legame con la Natura

La mostra mette a confronto le 2 artiste con il loro mondo così in sintonia seppure interpretato con sensibilità tanto diverse.

Da una parte l’ordine dei sentimenti, dall’altra invece il vigore emotivo.

Se con Daria Palotti ci si abbandona all’incognita delle emozioni più profonde e libere, dall’altra, nei lavori di Debora Malis, viene rappresentata la compostezza dei turbamenti.

Entrambe sentono un legame imprescindibile con la Natura dalla quale traggono nutrimento e ispirazione ma che allo stesso modo ritengono di dover sostenere offrendosi quasi come territorio protettivo.

Vegetazioni che si spingono all’interno delle figure o che paiono germinare da esse.

Equilibrismi emozionali più o meno arditi.

Una mostra a 2 voci in controcanto che armonizzano in modo straordinario tra loro accordando l’arte(fatto) con la Natura.

viso-occhi-bocca
Scultura di Daria Palotti

Come Elinor e Marianne

Daria Palotti e Debora Melis rappresentano dunque le protagoniste del celebre romanzo “Ragione e Sentimento” (Sense and Sensibility) di Jane Austen, pubblicato per la prima volta nel 1811 e rieditato tantissime volte negli anni e nei secoli successivi.

Elinor e Marianne Dashwood sono infatti i personaggi principali del libro, 2 sorelle dai caratteri opposti.

Elinor, la maggiore, ha 19 anni e rappresenta la parte della “ragione” indicata dal titolo.

Marianne ne ha 17 anni e rappresenta, invece, il “sentimento”.

L’esposizione di Afnakafna, proprio come il romanzo della Austen, affronta il tema del contrasto tra la ragione e l’emotività incarnate dalle artiste, legandosi altresì al rapporto reale che la scrittrice aveva con sua sorella maggiore Cassandra.

Ma se il libro rappresenta un tentativo di difendere il senno e il ritegno di Elinor, nella mostra di Afnakafna il problema non sussiste perché l’interpretazione resta del tutto libera e consente allo spettatore la scelta di non “schierarsi” affatto.

A riprova del perenne delicatissimo equilibrio tra ragione e sentimento c’è anche il parere della biografa di Jane Austen, Claire Tomalin, la quale afferma che il romanzo, in qualche modo, nasce con una struttura traballante perché a un certo punto neanche l’autrice stessa era più certa su chi dovesse prevalere tra ragione e sentimento.


INFO MOSTRA

– Titolo:
Ragione e Sentimento

– A cura di:
Antonella Caraceni

– Dove:
Galleria Afnakafna
Via della Fontana 19-20

– Durata:
Fino al 10 luglio 2021

– Orario visita:
Dal lunedì al sabato in orario 10–13 e 16–20

– Biglietti:
Ingresso libero

– Info:
06-47547209

(© The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: