Cultura libri

#Libri: Marino Magliani, “Il cannocchiale del tenente Dumont”

Libri: Marino Magliani, “Il cannocchiale del tenente Dumont”

Il cannocchiale del tenente Dumont” di Marino Magliani racconta la storia di 3 soldati napoleonici, di ritorno da una disastrosa campagna in Egitto lenita solo dall’hashish che, mandati di nuovo al fronte, disertano durante la battaglia di Marengo del 1800. 

Proprio in virtù del loro legame dovuto unicamente alla divisa e alla droga, sulle loro tracce si mettono gli emissari del Dottor Zomer, medico olandese che vuole provare che la causa principale della diserzione sia proprio da ricercare negli effetti della droga importata.

Il capitano Lemoine, il tenente Dumont e il soldato semplice Urruti si ritrovano così a vagabondare per i boschi liguri, perennemente braccati non solo dai loro inseguitori, ma dalla loro stessa diserzione.

“Disertare è qualcosa che non finisce, diventa una missione, una carriera, un grado”.

militari-soldati

Tratto da una storia vera

Il romanzo si basa su alcuni materiali lasciati dal Dottor Zomer: la fonte delle vicende che hanno per protagonisti i 3 soldati è lo stesso Dumont

Questo fa sì che la struttura del romanzo sia particolare: diviso in 3 parti, di cui la prima di gran lunga prevalente, spesso riporta all’attenzione del lettore il fatto che si stia leggendo una cronaca vera e propria ribadendo che alcuni dettagli sono riportati così dalla fonte stessa.

Così facendo si ottiene un effetto piuttosto straniante.

Magliani riporta alla luce una storia che nei manuali scolastici non può essere inserita ma che dà un buon quadro di come si dovessero sentire i soldati napoleonici all’epoca.

La diserzione non è che la storia di un’attesa di un finale inevitabilmente tragico. 

I complessi di inferiorità e le manie di grandezza del Dottor Zomer, medico chirurgo che da sempre vive all’ombra del suo famoso collega Larrey, sono l’altra faccia della medaglia delle insidie che comporta ogni rapporto soggetto a gerarchie. 

Se Zomer tenta la sorte con un nuovo esperimento scientifico che però nessuno approva, Dumont è costretto a mettere la sua vita nelle mani di un capitano che non sembra fidarsi di lui abbastanza da metterlo a parte dei propri piani e che tuttavia non ha problemi a fidarsi di un soldato semplice dal passato turbolento e dall’indole imprevedibilmente sinistra. 

Lo stile

Magliani utilizza una prosa dettagliata, ricca di descrizioni e metafore, a tratti difficile e onirica.

L’amore dell’autore per il paesaggio ligure emerge potentissimo, tanto che a volte le descrizioni delle vallate e dei rituali contadini hanno la meglio sulle disavventure dei 3 soldati.

Tuttavia, in alcuni frangenti questo rischia di togliere troppo spazio all’empatia tra il lettore e i personaggi. 

Anche la scelta di adottare il calendario rivoluzionario può mettere il lettore in difficoltà: non solo lo si scaraventa nella Storia senza nemmeno un cappello introduttivo (e il lasso di tempo esaminato è davvero infinitesimale) ma lo si confonde con la scansione temporale dell’epoca. 

Tutto sommato però la lettura è scorrevole e per gli appassionati di Storia può risultare anche una piacevole sfida.

L’autore

Marino Magliani è nato nel 1960 in Val Prino nell’entroterra di Imperia e ha vissuto in America Latina, Spagna e Olanda.

Attualmente si divide tra l’Olanda e la Liguria.

Autore di numerosi romanzi e racconti, nel 2003 pubblica il suo primo libro.

Collabora con diverse riviste letterarie tra cui Nazione Indiana e Carmilla ed è redattore de La poesia e lo spirito

Ha vinto 2 premi alla carriera: dal Premio LericiPea nel 2012 e dal Comune di Olivetta San Michele nel 2017.

Nel 2019 si è aggiudicato il Premio Selezione Bancarella

Ha lavorato a “Il cannocchiale del tenente Dumont” per vent’anni.

Il libro è stato pubblicato da L’Orma Editore.

Scheda del libro

  • Titolo: Il cannocchiale del tenente Dumont
  • Autore: Marino Magliani
  • Edizioni: L’Orma
  • Pagine: 296
  • Euro: 20,00
  • Codice ISBN: 978-88-3131-267-7

The Parallel Vision ⚭ _ Ilaria Alleva)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: