Cultura Fotografia Mostre

Becchetti e D’Alessandro, fotografia d’autore a Trastevere

Becchetti e D’Alessandro, fotografia d’autore al Museo di Roma in Trastevere

Il Museo di Roma in Trastevere riapre al pubblico con una splendida doppia personale di fotografia d’autore, con protagoniste le istantanee di Sandro Becchetti e Luciano D’Alessandro.

“Chiamala Roma. Fotografie di SANDRO BECCHETTI 1968 – 2013”

Attraverso circa 180 fotografie in bianco e nero, in gran parte vintage e selezionate dal vasto Archivio Sandro Becchetti, il percorso espositivo offre una rivisitazione personale e poetica di Roma, che caratterizza gran parte della produzione che Becchetti ha dedicato alla Capitale, nel tentativo di evidenziare l’unicità di una città contraddittoria e complessa.

Il percorso espositivo si snoda lungo 5 sezioni – i cui titoli sono ripresi dai testi dello stesso Becchetti (così come il titolo della mostra stessa) – e propone, a corredo delle fotografie, anche filmati, documenti cartacei d’epoca e oggetti appartenuti o realizzati dall’autore, quali macchine fotografiche e sculture in legno, esposte nelle diverse sale espositive.

La mostra evidenzia, inoltre, l’importanza e il ruolo fondamentale degli archivi fotografici, sia privati che pubblici, nel ricostruire la memoria di un territorio dal punto di vista storico, sociale e soprattutto culturale.

Chiamala Roma” sarà aperta fino al 5 settembre ed è a cura di Silvana Bonfili e Valentina Gregori.

uomo-viso-mani-anello
Sandro Becchetti, “Pier Paolo Pasolini” – Roma, 1971

“LUCIANO D’ALESSANDRO. L’ultimo idealista”

Oltre 100 scatti realizzati nei sessant’anni di ricerca fotografica di Luciano D’Alessandro, uno dei massimi interpreti italiani del reportage e dell’immagine sociale, radicale osservatore delle marginalità e delle forme di reclusione, delle utopie collettive e della loro dissoluzione.

La mostra rappresenta la prima antologica dopo le prestigiose mostre conseguite in vita: la collettiva a Camera 16 (Milano, 2010) con Lisetta Carmi e Mario Dondero, la retrospettiva del 2009 al Museo di Capodimonte e quella del 2006 a Villa Medici a cura di A. Bonito Oliva, la collettiva alla Maison Européenne de la Photographie di Parigi (2006) e alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia (2005).

Il percorso espositivo si snoda lungo 5 sezioni tematiche: “Gli esclusi”, “Dentro le Case”, “Dentro il lavoro”, “Colera a Napoli”, “Terremoto in Irpinia”.

Ognuno di questi ambiti costituisce un diverso territorio di investigazione fotografica in grado di restituire la piena consapevolezza di un autore e un intellettuale che, come pochi altri, ha saputo attraversare mezzo secolo senza retorica ma con il coraggio e l’ostinazione del giornalista, dell’osservatore, dell’ultimo idealista.

L’esposizione è curata da Roberto Lacarbonara e sarà aperta fino al 5 settembre.

viso-uomo-fascia
Luciano D’Alessandro, “Gli esclusi” – 1969

Informazioni

Museo di Roma in Trastevere
Piazza S. Egidio 1b

Tel:
060608 (tutti i giorni ore 9–19)
Web:
museodiromaintrastevere.it
museiincomune.it
zetema.it

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: