Cultura Letteratura Teatro

Letteratura e Periferia, fino a luglio gli eventi al TBQ

Letteratura e Periferia, fino a luglio gli eventi al Quarticciolo

Andranno avanti fino al 7 luglio gli eventi di “Letteratura e Periferia“, un progetto del Teatro Biblioteca Quarticciolo in collaborazione con Biblioteche di Roma e a cura di Francesco Pacifico.

Letteratura e Periferia” nasce per raccontare dei mondi, dei quartieri, delle zone delle città italiane, andando oltre la trama e il destino dei personaggi, per scoprire cosa c’è appena fuori dalla città stessa.

Viene quindi presentata una serie di romanzi di scrittrici e scrittori italiani attraverso cui guardare, grazie alle loro scritture, il limite della città, le periferie e/o i vari tipi di periferie.

libro-ragazza-rosso-blu

Il programma

Iniziato lo scorso 19 febbraio con l’incontro “Il condominio panopticon. Roma senza vita pubblica” condotto da Francesco Pacifico con Antonella Lattanzi, autrice di “Questo giorno che incombe” (HarperCollins), “Letteratura e Periferia” andrà avanti con altri 5 eventi, di cui data e ora sono ancora da definire.

  • Francesco Targhetta, in dialogo con Veronica Raimo, che, con “Le vite potenziali” (Mondadori), ci porta ad Albecom, azienda informatica che sorge nella periferia di Marghera (Venezia) e mette al centro 3 vite, 3 visioni del mondo, 3 modi diversi e complementari di sopravvivere alla contemporaneità nel loro spazio
  • Nicola Lagioia, in dialogo con Antonella Lattanzi, con “La città dei vivi” (Einaudi) ci conduce in un anonimo appartamento della periferia romana per raccontare di 2 ragazzi di buona famiglia di nome Manuel Foffo e Marco Prato che, a marzo 2016, seviziano per ore un ragazzo più giovane, Luca Varani, portandolo a una morte lenta e terribile
  • Alessio Forgione, insieme a Lisa Ginzburg, con “Giovanissimi” (NN Editore) racconta la storia di Marocco, 14enne che vive con il padre a Soccavo, un quartiere di Napoli, e della sua ferita aperta che non gli dà pace provocata dall’abbandono della madre, senza aver mai ricevuto sue notizie
  • Giorgio Vasta, con interventi di Christian Raimo, con “Il tempo materiale” (minimum fax) ci spostiamo a Palermo con la storia di Nimbo e dei suoi amici che sentono il vento di Roma nell’annus horribilis della storia repubblicana – le Brigate Rosse e il sequestro Moro – e, disgustati dal provincialismo senza scampo dell’Italia, si scollano lentamente dalla realtà fondando una loro cellula terrorista
  • Infine Giorgio Falco con “L’ubicazione del bene” (Einaudi) ci si concentra sull’hinterland milanese dove a 20 chilometri in automobile dal lavoro e dal supermercato, come accade ai bordi di ogni metropoli, la città continua e diventa un altro luogo, Cortesforza, un luogo tanto più vero quanto più è immaginario. Ospite dell’incontro Nicolò Porcelluzzi

Informazioni

Letteratura e Periferia” è trasmesso sul canale Youtube di Biblioteche di Roma e sulle pagine Facebook di Biblioteche di Roma e Teatro Biblioteca Quarticciolo.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: