Cinema Cultura

Online i film di Kyrahm e Julius Kaiser. Poi MOCAB a febbraio

Online i film di Kyrahm e Julius Kaiser. Poi al MOCAB di Belgrado a febbraio

2 lavori Human Installations sono ora disponibili sulle piattaforme cinematografiche.

Si tratta di “(A)mare Conchiglie”, la video performance scritta e diretta da Kyrahm e Julia Pietrangeli (Julius Kaiser), con protagonisti i migranti che in un convivio poetico in mezzo al mare raccontano le loro storie, che potrà essere vista su Visualcontainer TV, piattaforma di videoarte. 

E di “Chiudi gli Occhi e Vola”, il film sui piloti d’aereo non vedenti, che racconta la forza di chi sa vivere all’altezza dei propri sogni.

Diretto da Julia Pietrangeli e scritto con KyrahmFrida Aimme, nomination miglior documentario italiano al Globo d’Oro 2019 e miglior regia al Social World Film Festival, sarà disponibile su CHILI.

ragazze-con-targa
Julius Kaiser e Kyrahm

I 2 film

“(A)mare Conchiglie”

(A)mare Conchiglie” è stato girato durante la performance che si è svolta per la V Biennale di Anzio e Nettuno.

Nell’azione, cibo e storie sono condivisi dagli ospiti di questo banchetto sul mare: i migranti africani raccontano la loro odissea in Nigeria e Libia tra guerra e l’inferno delle carceri sotterranee.

Il dolce anziano sardo emigrato in Germania evoca gli esodi di massa del secolo scorso quando gli italiani affollavano porti e stazioni con le valige di cartone.

Ma è la donna nata da un africano e da una siciliana a svelare particolari commistioni tra differenti culture, in un’insolita storia di famiglie combattute tra disonore e amore.

Alla fine tutti partecipano al rito del sale gettato in mare.

Per ricordare i fratelli che non ce l’hanno fatta. Per restituire il mare al mare

“Chiudi gli Occhi e Vola”

Tutto il mondo pensava fosse impossibile, poi è arrivato un pazzo che non lo sapeva e l’ha fatto”: è il motto di “Chiudi gli Occhi e Vola”.

Girato tra l’Italia e la Francia, il film racconta la storia di Sabrina Papa, una tenace donna, cieca dalla nascita, che ha imparato a pilotare.

Io da piccola volevo essere l’aereo, non il pilota, volevo proprio essere qualcosa che volava, ma non gli uccelli perché secondo me gli uccelli volavano troppo piano”.

Il cieco che vola è una metafora potente – dice la regista – ma la cosa più forte che Sabrina e Les Mirauds Volants mi hanno insegnato è che la libertà è responsabilità”.

Una storia che va oltre il superamento della disabilità perché sulla terra come tra le nuvole non esistono limiti per chi sa vivere all’altezza dei propri sogni.

Le autrici

Kyrahm e Julius Kaiser, punto di riferimento in Italia e all’estero della performance e la videoarte, a febbraio  2021 presenteranno i video delle performance più significativi della loro ricerca presso il MOCABmuseo d’arte contemporanea di Belgrado nell’ambito di Film Performance Art Program a cura di VestAndPage.

La rassegna nasce allo scopo di esplorare le intersezioni e le contaminazioni che esistono tra la performance art, il cinema e il docufilm con una selezione originale di oltre 30 film realizzati da artisti della performance art che si sono affermati del panorama internazionale.

Tra i nomi anche Hermann Nitsch, ORLAN, Stelarc, Paul McCarthy, Franko B, Ron Athey.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: