benessere Cultura

Per Tutti: Allenamento e primi freddi

Per Tutti: Allenamento e primi freddi

Con l’abbassamento delle temperature e le prime piogge tende ad arrivare anche la pigrizia.

E invece di allenarsi, si preferisce un po’ di relax con un bel plaid e un film in TV.

Poi invece c’è chi non avendo più la possibilità di andare a correre o a fare lunghe passeggiate all’aria aperta decide di iscriversi in palestra e tentare questa nuova esperienza (o per tanti, riprovare per l’ennesima volta).

Cosa fondamentale è affidarsi a dei professionisti che siano in grado di capire le vostre difficoltà e da lì partire per la stesura di un adeguato programma di allenamento.

Importanti sono sicuramente gli obbiettivi, ma non fatevi abbindolare da risultati immediati perché nella maggior parte dei casi non sono duraturi: con la stessa velocità con cui sono arrivati, così infatti scompariranno!

plank-girl-smiling
Photo by Nathan Cowley on Pexels.com

Impegno + costanza = risultati

Per i risultati ci vuole impegno e costanza. Quindi sarebbe adeguato unire alla figura del personal trainer anche quella di un nutrizionista che possa educarvi a una corretta alimentazione.

La palestra non è solo sala pesi o fitness.

Si possono trovare anche corsi di rieducazione alla corretta postura, pilates o yoga.

La migliore combinazione per ottenere un corpo atletico e sano è quella tra attività di tono muscolare e di elasticità, 2 caratteristiche importati per il nostro corpo.

Un muscolo troppo tonico rischia di essere poco elastico e quindi di crearci problematiche a livello articolare.

Un fisico poco tonico va invece a incidere sull’apparato scheletrico e quindi potrebbero scaturire dolori alla colonna oltre che alle ginocchia o alle anche.

L’attività consigliata

Su cosa bisognerebbe lavorare per stare bene?

Sicuramente sulla muscolatura del dorso cosicché la forza di gravità e i traumi giornalieri incidano meno sulle vertebre facendoci avvertire meno dolore.

Sui retroscapolari, così da ottenere una migliore postura riportando le spalle in asse, evitando la loro anteriorizzazione.

Sull’addome che, oltre ad avere il compito di elevatore del busto, ha il ruolo ancora più importante di stabilizzatore e quindi è il muscolo fondamentale per una corretta postura.

Il ruolo del Plank

Uno degli esercizi che ci può aiutare ad allenare tutto ciò di cui abbiamo parlato fino ad ora è il Plank nelle sue tantissime varianti:

  • alternata di lavoro su 4, 3 o 2 appoggi
  • rotazioni del bacino
  • lavoro su braccia piegate, distese o alternate

Allenarsi è possibile anche in questo periodo. Basta affidarsi a persone competenti e vincere la pigrizia.

Buon allenamento!


L’AUTORE

Roberto Dell’Ova, 36 anni, è nel mondo dello sport dall’età di 3 anni.

Prima il nuoto, poi basket, pallavolo, karate, calcio.

Da circa 15 anni lavora nel settore fitness come istruttore di sala pesi, ginnastica a corpo libero, allenamento funzionale.

È inoltre preparatore atletico e rieducatore posturale.

(© The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: