Attualità Cultura

DPCM, Lazio area gialla. Ecco le regole da seguire

DPCM 3 novembre, Lazio area gialla. Ecco le regole da seguire

Ieri sera il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha chiarito i punti essenziali contenuti nel nuovo DPCM 3 novembre 2020 che entrerà ufficialmente in vigore da domani, venerdì 6 novembre, e non da oggi come precedentemente annunciato.

mappa-italia-rossa-gialla-arancione

Conte ha suddiviso l’Italia in 3 grandi aree all’esito dell’ultimo monitoraggio, ciascuna con proprie misure restrittive:

AREA GIALLA (criticità moderata):

Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Province di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto

AREA ARANCIONE (criticità medio-alta):

Puglia, Sicilia

AREA ROSSA (criticità alta):

Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta


Le regole da seguire

Per quanto riguarda l’Area Gialla e quindi la Regione Lazio, le regole da seguire sono le seguenti:

  • Vietato circolare dalle 22 alle 5, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. In caso di spostamenti È NECESSARIO compilare il modulo di autocertificazione che trovate in basso
  • Durante il giorno si raccomanda di non spostarsi se non per motivi di salute, studio, lavoro, situazioni di necessità. In questo caso NON È NECESSARIO compilare il modulo di autocertificazione
  • Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi (sabato e domenica) ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno
  • Chiusura di musei e mostre
  • Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori
  • Didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie
  • Chiusura delle università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori
  • Sospese le prove preselettive di concorsi pubblici e privati e di abilitazione professionale, tranne quelle per medici, operatori sanitari o della protezione civile
  • Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico
  • Sospensione attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche in bar e tabaccherie
  • Bar e ristoranti rimangono aperti fino alle 18, l’asporto è consentito fino alle 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni
  • Restano chiusi piscine, palestre, teatri e cinema. Rimangono aperti invece i centri sportivi

“Controlli ogni 14 giorni”

La pandemia corre ovunque” ha spiegato Conte. “Non ci sono infatti aree verdi e quindi Regioni o territori che possono sottrarsi a questi nuovi regimi di misure restrittive“.

Con future ordinanze del Ministro della Salute Speranza verranno forniti aggiornamenti sulla condizione di rischio in cui si trovano le varie Regioni“.

Queste non saranno arbitrarie o discrezionali ma recepiranno l’esito del monitoraggio periodico che viene effettuato congiuntamente dai rappresentanti dell’Istituto Superiore di Sanità, del Ministero della Salute e delle Regioni. Risultati poi condivisi anche dal Comitato Tecnico Scientifico“.

Se una Regione dovesse rientrare per non meno di 14 giorni in una condizione di rischio più bassa, potrà essere assoggettata a un regime di misure meno restrittivo“.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: