Arte Cultura

“Little constellation”, Del Vecchio-Delvè in mostra da Nomas

“Little constellation”, Del Vecchio-Delvè in mostra da Nomas Foundation

In un’epoca che chiede a individuo, comunità, società di comprendere il senso delle restrizioni o della libertà, è possibile accedere al microcosmo del sistema dell’arte attraverso il tempo delle relazioni umane, professionali, estetiche piuttosto che del logos?

Come costruire spazio sociale e istituzionale senza esercitare poterepotenzaegemonia?

Quali scelte soggettive o collettive è necessario coltivare per essere autorevoli senza essere autoritari?

Può la voce delle donne fornire una risposta estetica e politica a questi dubbi moderni?

Abusi e crimini perpetrati attualmente in molte nazioni ai danni di diritti e libertà civili aprono un appello rivolto a quelle autorità determinate a sostenere svolte radicali per cancellare qualsiasi discriminazione di razza, genere, classe, età, abilità.

Per Giulio Delvè, prendere distanza dall’autorità laddove diventi dominio e al contempo nutrire verso essa una fiducia istintivamente familiare restituisce uno dei sintomi profondamente radicati nell’assetto socioculturale italiano.

Per Maria Adele Del Vecchio, la riflessione femminista si offre come uno dei possibili antidoti al potere in chiave critica e autocritica.

heed-the-night-flowers-fiori

La mostra

Scrive Gigiotto Del Vecchio: “Una piccola costellazione di processi compositivi e di ‘vedute sul mondo reale’, si attiva all’interno di Nomas Foundation, laddove il rapporto personale stretto, prima ancora che professionale, fra me, Maria Adele, Giulio e la fondazione definisce una serie di congiunzioni astrali […]“.

L’immagine che viene a formarsi è quella di una ragnatela di posizioni, di stati attivi e di macro aree di intervento. Giulio Delvè e Maria Adele Del Vecchio si muovono attraverso modalità differenti, ma partendo da posizioni geo culturali affini, procedendo nella direzione comune della rivendicazione“.

In entrambi urge la riscoperta umanista e umanitaria, la regola dell’intersezione e il rifiuto dell’esclusione, della superficialità“.

Il ragionamento sul concetto di comunità è al centro della rappresentazione di questa mostra, implicitando una critica attiva, positiva, alla micro comunità del sistema dell’arte, dei suoi ruoli – curatore, artista, collezionista – protraendosi verso realtà comunitarie più importanti, legate alla vita vera, all’evoluzione dei rapporti e al rispetto verso l’esterno“.

Il confronto, la messa in visione, non vogliono prescindere dalle tensioni che attraversano la società, né tradursi in formalizzazioni auto-riferite: ad esser messi in discussione saranno il potere e le sue rappresentazioni, il ruolo della donna nella storia, l’uso della lingua e della parola, nel tentativo di ridefinire in accezione inclusiva e di più ampia sensibilità, gli strumenti a nostra disposizione per migliorare la coscienza di sé e l’estensione delle nostre connessioni – politiche, poetiche, culturali“.


INFO MOSTRA

– Titolo:
Little constellation

– A cura di:
Nomas Foundation

– Dove:
Nomas Foundation
Viale Somalia 33

– Durata:
Fino al 28 febbraio 2021

– Orario visita:
Da martedì a venerdì in orario 14.30 – 19

– Biglietti:
Ingresso libero

– Info:
info@nomasfoundation.com

La galleria comunica che al fine di prevenire possibili contagi e garantire un ambiente sicuro ai visitatori e a chiunque acceda agli spazi di Nomas Foundation, in attuazione dei protocolli di sicurezza anti-contagio ai sensi dell’art. 1, n. 7, lett. d) del DPCM 11 marzo 2020 e successive modifiche o integrazioni, è loro richiesto:

  • Obbligo di indossare DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE MONOUSO (mascherine con marchio CE) fino al termine della visita 
  • Igienizzare le mani con il DISPENSER DI SAPONE ANTISETTICO posto all’ingresso prima di entrare
  • Misurazione della temperatura con TERMOSCANNER prima dell’ingresso, impedito l’ingresso a persone con temperatura oltre i 37,5 gradi
  • Mantenere una distanza minima di 1,5 metri dagli altri visitatori
  • Ingresso scaglionato per un numero limitato di visitatori
  • Rilascio dei propri dati personali (nome, cognome, numero telefonico) per eventuale tracciamento

(© The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: