Cultura

Romaeuropa 2020, ancora decine di eventi fino a metà novembre

Romaeuropa Festival 2020, ancora decine di eventi fino a metà novembre

La 35esima edizione del Romaeuropa Festival andrà avanti fino al 15 novembre e in programma ci sono ancora decine di eventi tra musica, danza, teatro e tanto altro.

Il festival presieduto da Guido Fabiani e diretto da Fabrizio Grifasi offre anche quest’anno un programma ricostruito in stretta aderenza alle direttive vigenti sul distanziamento in scena e in sala e nel pieno rispetto delle misure di sicurezza.

Romaeuropa Festival è stato inserito nei progetti culturali nell’ambito del semestre della Presidenza tedesca del Consiglio dell’UE ed è partner del programma UK Italy 2020 “Being Present” promosso dal British Council.

dancers-neon-design-sofa

I prossimi appuntamenti

Le presenze internazionali

A conferma della vocazione all’innovazione e all’internazionalità del festival sono tante le prime nazionali del REf2020 che, insieme, restituiscono uno sguardo multiforme sulla complessità del nostro presente.

In programma trovate il visionario regista tedesco Ersan Mondtag che, in “De Living“, trasforma in immagini ipnotiche e potenti le ultime ore di vita di una donna (7 e 8 novembre, Teatro Vascello).

Nell’ambito della danza internazionale, in coda alla 35esima edizione del festival, presentato in corealizzazione con Teatro Biblioteca Quarticciolo e SpellBound Produzioni, c’è il coreografo e regista bielorusso di acquisizione israeliana Arkadi Zaides che al Teatro Quarticciolo (13 e 15 novembre) si concentra, con “Necropolis” e “Talos” su alcuni temi centrali del nostro presente, tra migrazioni e nuove difese dei confini.

Gli artisti italiani

Per gli eventi con i grandi artisti italiani ci sarà Enzo Cosimi, che con la prima assoluta di “Coefore Rock & Roll” trasforma in una debordante visione glam rock il mito di Oreste e gli spazi del Mattatoio (24 e 25 ottobre).

Sono corealizzati con Teatro di Roma i nuovi lavori di Daniele Timpano ed Elvira Frosini – al debutto assoluto (dal 28 ottobre al 1 novembre) con “Ottantanove“, cinico affondo sull’eredità della rivoluzione francese – e di Muta Imago che nel loro “Sonora Desert” accompagnati dalle musiche di Alvin Curran invitano a un percorso percettivo centrato sul rapporto con il tempo e con la memoria.

Al debutto anche “Esercizi sull’abitare n.2” della compagnia Bartolini/Baronio che continua la propria ricerca sul concetto di abitare e sul territorio romano e laziale mentre sono corealizzati con Fabbrica dell’Attore – Teatro Vascello Una cosa enorme” di Fabiana Iacozzilli, affondo sulla scelta di non essere madre e sullo stigma sociale ad essa legato, in scena dal 13 al 22 novembre e “The Making Of Anastasia” della giovane Martina Badiluzzi, vincitrice di Biennale College Teatro – Registi Under30 (in scena il 10 e l’11 novembre).

Extract – Il Ref online

Tra virtuale e reale si svolge anche EXTRACT, il nuovo progetto del REF per l’online. 

Interamente gratuita, la sezione sarà attiva fino al 15 novembre con “Table Top Shakespeare: Quarantine Edition Of The Complete Works della compagnia inglese Forced Entertainment che mette in scena online tutta l’opera teatrale del bardo attraverso pièce in streaming live 4 volte a settimana per 9 settimane realizzate con oggetti di uso quotidiano e utensili da cucina. 

Il progetto è presentato come inaugurazione del programma “Being Present” UK Italy 2020 all’interno del quale si inserisce anche la proposta del britannico Alexander Whitley che presenta un nuovo film di coreografia digitale della serie “Chaotic Body” in cui, a partire dal dispositivo open source di sua invenzione Digital Body, invita un musicista e un digital artist a sviluppare coreografie VR per corpi 3D.

Tra avant-pop e vaporwave si situano anche il live concert dell’avatar LaTurboAvedon in dialogo con l’artista Myriam Bleau e gli interventi multimediali di Mara Oscar Cassiani, mentre la compagnia Shonen costruisce una tavola rotonda virtuale intorno al proprio Phoenix tra Italia e Palestina.

Il Romaeuropa Festival 2020 è realizzato nell’ambito del programma ROMARAMA promosso da Roma Capitale.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: