Musica

#Intervista: Anna Carol, un’Evoluzione tra jazz e indie-pop

Intervista: Anna Carol, un’Evoluzione tra jazz, indie-pop e soul

Raffinata, un tocco di pop onirico su una scrittura intelligente e lucida, uno sguardo fresco e lontano anni luce dalla banalità delle canzoncine paracule da canticchiare. Anna Carol è una bellissima scoperta di “fine anno scolastico”, un’autrice giovane e talentuosa di cui qui a The Parallel Vision ci siamo innamorati all’istante.

A pochi mesi dal suo esordio “Evoluzione” (Nufabric Records), brillante Ep di 6 pezzi trainati dal primo singolo “Quando tornerai“, Anna rilascia il nuovo “Com’è fragile” e vi dà appuntamento per le prossime date estive di “Evoluzione Tour“.

Intanto si parla già di un nuovo disco, perché “le idee per il prossimo lavoro discografico non mancano… ☺“.

girl-yellow-face
Anna Carol

Mi dici da dove nasce la tua storia artistica?

Nasco da un brodo primordiale di input artistici fra musica, arti visive, teatro e danza e da una folgorazione giovanile per la musica jazz dalla quale è nata la mia ricerca nella musica. 

Com’è fragile” è il secondo singolo estratto dal tuo primo Ep “Evoluzione”. Mi racconti la genesi del pezzo?

Com’è fragile” è l’emblema della mia evoluzione, nasce in inglese e si trasforma man mano in una delle mie prima canzoni in italiano.

Credo che scrivendola mi stessi rendendo conto di come mi sentissi fragile ed esposta a scrivere nella mia lingua.

C’è qualcosa di questo racconto nel testo.

Evoluzione” è uscito solo pochi mesi fa, ma so che stai già scrivendo nuovo materiale. Puoi anticiparmi qualcosa?

Questo è un periodo molto creativo e pieno di stimoli.

Ho finito da pochi giorni una session di songwriting che è stata una bellissima esperienza con altri cantautori.

Le idee per il prossimo lavoro discografico non mancano… ☺

face-girl-red

Nel corso del tempo com’è cambiato il tuo modo di interpretare il messaggio musicale? 

In effetti ho notato un cambiamento totalmente naturale: sono partita con il raccontare me stessa, i miei stati d’animo, o quelli delle persone che mi stavano accanto.

Recentemente mi sono resa conto di voler raccontare più del mondo che vedo.

Hai un pubblico-tipo?

L’importante è che non sia noioso o chiuso! 😉

C’è una cosa che secondo te una musicista non deve mai fare e un’altra invece che va sempre fatta?

Una cosa che non deve fare è scrivere e suonare sforzandosi di essere qualcosa che non è realmente, non rende felice nessuno.

La cosa che deve fare sempre è ascoltare il proprio gusto e copiare con stile quello degli altri.

L’emergenza Covid quanto ha inciso sul tuo lavoro?

Il tour di presentazione di “Evoluzione” è stato mutato dalla situazione attuale.

girl-face-red-green-blue

Parlami delle iniziative che hai in mente per i prossimi mesi

Vogliamo suonare live e continuare con il lavoro per il prossimo disco.

Dimmi di quale canzone vai al momento particolarmente fiera e perché

Potrei dirtene ogni giorno una diversa, oggi ti dico “Maldimare” perché è stato uno dei primi brani in cui mi sono messa a nudo in modo diretto (o almeno diretto per i miei standard).

Mi descrivi Anna Carol con un accordo e con 3 parole?

Emaj7

acqua, impazienza, sogno.


Le prossime date di “Evoluzione Tour” 2020:

  • 16 agosto – Valbadia Jazz Festival (Corvara, BZ)
  • 26 agosto – Prima Personale Plurale – Geko (San Benedetto del Tronto, AP)
  • 28 agosto – Mangiadischi Special Edition (Fermo, FM)

The Parallel Vision ⚭ _ Paolo Gresta)

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: