Cultura

Roma cambia passo, le proposte al Town Meeting Smart Business

Rendere Roma più smart, più competitiva a livello internazionale e attrattiva per investimenti e capitali: è l’obiettivo del Town Meeting Smart Business, che precede la stesura del Piano Strategico imprenditoriale di Roma Capitale.

Roma cambia passo! Ecco le proposte al Town Meeting Smart Business

Rendere Roma più smart, più competitiva a livello internazionale e attrattiva per investimenti e capitali: è l’obiettivo del Town Meeting Smart Business, che precede la stesura del Piano Strategico imprenditoriale di Roma Capitale.

Partecipato da più di 80 protagonisti del panorama di riferimento, tra atenei, associazioni di categoria, imprese, operatori e istituzioni, collegati tramite una piattaforma online, l’evento ha catalizzato spunti e riflessioni per la definizione delle linee operative dello sviluppo cittadino, in chiave di innovazione economica, digitale, urbanistica e infrastrutturale.

smartphone-street-hand-screen
Photo by Artem Beliaikin on Pexels.com

Gli obiettivi per Roma

Sono 3 gli obiettivi del Piano Strategico imprenditoriale

  • Individuare le strategie urbane finalizzate allo sviluppo di infrastrutture e servizi a supporto delle attività imprenditoriali
  • Migliorare la capacità attrattiva del territorio per polarizzare investimenti
  • Incentivare la nascita di nuove realtà economiche, potenziando la rete di Open Innovation fra imprese, startup, incubatori e acceleratori d’impresa, università, centri di ricerca, istituzioni e altri operatori della filiera dell’economia innovativa

“Fare di Roma una Capitale d’investimento”

Gli spunti del Town Meeting Smart Business sono espressione degli imperativi e delle esigenze di tutta la filiera imprenditoriale attiva in città: l’obiettivo è quello di sintetizzarli in linee d’azione per fare di Roma una capitale anche d’investimento” spiega Carlo Cafarotti, Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale.

È necessario un potenziamento in chiave innovativa e digitale, per calamitare capitali e risorse, definendo strategie urbane finalizzate a infrastrutture e servizi, sburocratizzando i processi amministrativi e incentivando la nascita di nuove imprese. Volgiamo lo sguardo al futuro, perché qualunque eccellenza ‘funziona’ solo se supportata dall’utilizzo strategico di strumenti moderni“.

colosseo-colosseum-lights

Le criticità emerse

Dalle 2 sessioni di lavoro sono emerse le criticità di sistema e le proposte da convogliare nella stesura del Piano Strategico Smart Business. Queste sono:

  • Semplificazione amministrativa: vanno velocizzati e sburocratizzati i processi che rallentano lo sviluppo infrastrutturale, in particolar modo del 5G
  • Politiche di attrattività: tempi lunghi e norme rigide scoraggiano gli investimenti
  • Governance: manca un coordinamento fra pubblico, privato e player dell’imprenditoria
  • Ecosistema: va sviluppata una cultura dell’innovazione per stimolare gli investimenti di settore
  • Connettività: sebbene Roma sia all’avanguardia in fatto di copertura di rete, resta carente lo sviluppo dell’infrastruttura di connettività e dei servizi associati
  • Competenze ICT: disomogeneità delle competenze digitali, impossibilità per le PMI di attuare una vera e propria rivoluzione digitale
  • Formazione: nonostante la grande concentrazione di atenei, manca una struttura che attragga talenti e finanziamenti per la ricerca, lo sviluppo e il trasferimento tecnologico

Le proposte avanzate

  • PA snella ed efficiente: creazione di uno sportello unico per velocizzare l’ottenimento dei permessi, che coinvolga più enti e che indica conferenze dei servizi ad hoc con i soggetti interessati
  • Politiche di attrattività: stimolare le aziende a finanziare le produzioni innovative giovanili e costruire quartieri dedicati
  • Partenariato pubblico-privato: maggiore collaborazione tra autorità pubbliche e soggetti privati
  • Distretto dell’innovazione: creare poli di allocazione delle risorse
  • Città connessa: migliorare la connettività cittadina
  • Sostenibilità: interventi edilizi che sostengano l’innovazione e siano eco-compatibili
  • Capitale umano: investire sulla cultura digitale di quanti lavorano nella Pubblica Amministrazione

Town Meeting Smart Business è, nelle parole del delegato della Sindaca all’Innovazione Massimo Bugani, “un evento importante, in cui crediamo molto: l’obiettivo è semplificare la vita ai cittadini eliminando le barriere, abbattendo alcuni costi, velocizzando i processi“.

La sfida di Roma è innovare in armonia con la meraviglia che ci circonda: su questo, stiamo facendo moltissimo: dalle web app per evitare gli assembramenti, alla carta d’identità elettronica intesa come passepartout per l’accesso a tutti i servizi, come pure alle ‘piazze smart’ nei Municipi“.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: