Cultura

Sergio Zavoli, addio a un maestro del giornalismo italiano

Si è spento ieri a 96 anni Sergio Zavoli, scrittore, giornalista e politico italiano famoso soprattutto per la sua avventura professionale televisiva in Rai.

Addio a Sergio Zavoli, intellettuale e maestro del giornalismo italiano

Si è spento ieri a 96 anni Sergio Zavoli, scrittore, giornalista e politico italiano famoso soprattutto per la sua avventura professionale televisiva in Rai.

Nato a Ravenna il 21 settembre 1923, Zavoli era presidente della Commissione di Vigilanza Rai dal 2009 e dal 2007 presidente della Scuola di Giornalismo dell’Università di Salerno.

sergio-zavoli-old-man-cravatta-giacca-capelli-bianchi-occhiali-libri-microfono

La carriera nel giornalismo

Zavoli debutta a soli 20 anni nel 1943 sul periodico dei Gruppi universitari fascisti riminesi Testa di Ponte, che viene chiuso lo stesso anno in seguito alla caduta del fascismo.

Nel dopoguerra diventa giornalista professionista. Dal 1947 lavora per Radio Rai.

Nel 1962 crea la trasmissione televisiva Processo alla tappa, un programma sportivo incentrato sul Giro d’Italia.

Zavoli è anche conduttore e autore di altri programmi di successo come Nascita di una dittatura (1972).

Dal 1980 al 1986 è presidente della Rai e nel 1981 pubblica il suo primo libro Socialista di Dio, che vince il Premio Bancarella.

Una volta dimessosi dall’incarico di presidente continua sia la sua carriera televisiva presentando programmi come Viaggio intorno all’uomo, La notte della Repubblica e Viaggio nel Sud sia quella letteraria.

Per lo “straordinario contributo apportato alla causa del giornalismo italiano”, il 26 marzo 2007 la facoltà di Lettere e filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata gli conferisce honoris causa la laurea specialistica in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo.

La carriera in politica

Dopo il reportage Nostra padrona televisione (1994) entrò in politica con i Democratici di Sinistra.

Viene eletto al Senato nelle liste dei Democratici di Sinistra nel 2001, nelle liste dell’Ulivo nel 2006 e nel Partito Democratico nel 2008 e nel 2013.

Riceve il Premio alla carriera 2008 Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini – Arona.

Nella XVII legislatura è il senatore eletto (esclusi quindi i senatori a vita) più anziano in carica.

Il 25 settembre 2013 festeggia i 90 anni nella sede nazionale della Rai di Viale Mazzini alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, del presidente della Rai Anna Maria Tarantola e del direttore generale Luigi Gubitosi, oltre alla presenza di Milena Gabanelli, Mara Venier, del presidente del Senato Pietro Grasso e dei ministri del governo Letta Massimo Bray e Anna Maria Cancellieri.

Sempre in occasione dei 90 anni ha ricevuto a Rimini il Premio Paolo Giuntella da parte dell’associazione Articolo 21.

I riconoscimenti

Sergio Zavoli ha ricevuto tanti importanti premi nel corso della sua carriera:

  • Premiolino “per i servizi radiofonici “Processo alla tappa” al seguito del giro ciclistico d’Italia” (1961)
  • Premio Nazionale Rhegium Julii Saggistica, per Tre volte vent’anni (1980)
  • Premio Bancarella per il libro “Socialista di Dio” nel 1981
  • Premio Letterario Basilicata con il libro “Romanza” nel 1987
  • Premio Cimitile per l’opera “Ma quale giustizia?” nel 1998
  • Premio Giuseppe Dessì Premio speciale della giuria 2002
  • Laurea honoris causa dell’Università degli studi di Roma “Tor Vergata” nel 2007
  • Premio alla carriera del Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini di Arona nel 2008
  • Premio Renato Benedetto Fabrizi dell’ANPI nel 2011
  • Cittadinanza onoraria della Città di Rimini
  • Premio alla carriera insignito nell’ambito del concorso giornalistico nazionale Cesco Tomaselli. organizzato dal Comune di Borgoricco (Padova), consegnato in data 17 dicembre 2011
  • Premio Città del diario, assegnato dall’Archivio diaristico nazionale nel 2011
  • Premio “Fabulae Atellanae” alla carriera Comune di Orta di Atella nel 2012.
  • Premio Procida-Isola di Arturo-Elsa Morante per Il ragazzo che io fui nel 2012
  • Premio Passaggi, assegnato da Passaggi Festival a personalità che si sono distinte per l’attività di saggistica o per la loro figura morale (2013)

“Una perdita enorme”

Una perdita enorme per la cultura italiana, un fortissimo dolore personale. Zavoli è stato un riferimento e un maestro per intere generazioni di giornalisti, ma è stato anche narratore, uomo di cinema, poeta, parlamentare“.

Io ho potuto diventarne amico e mi mancheranno la forza tranquilla della sua saggezza, la quiete della sue parole, la saldezza dei suoi valori”.

Così il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: