Arte Mostre

Supereroi a Santa Severa: ecco la nuova mostra nel castello

Fino al 27 settembre il Castello di Santa Severa ospita nei nuovi spazi polifunzionali sopra il Battistero, recentemente restaurati, la mostra “Non vogliamo altri eroi” di Domenico Pellegrino organizzata dalla Fondazione Maimeri.

Supereroi a Santa Severa: il castello ospita le ceramiche di Pellegrino

Fino al 27 settembre il Castello di Santa Severa ospita nei nuovi spazi polifunzionali sopra il Battistero, recentemente restaurati, la mostra “Non vogliamo altri eroi” di Domenico Pellegrino organizzata dalla Fondazione Maimeri.

Il Castello, spazio della Regione Lazio, gestito dalla società regionale LAZIOcrea in collaborazione con il Comune di Santa Marinella, diventa ancora una volta uno scenario suggestivo che integra e si integra con le opere esposte, sculture che diventano guerrieri o salvatori di un presente reale pieno di pericoli e insidie che saranno visibili anche come installazioni diffuse all’interno del borgo.

la-cosa-mostro-corre

Gli “anti-supereroi” di Pellegrino

L’artista Domenico Pellegrino opera di fatto come un agitatore culturale, rielaborando una visione personale della Pop Art, corrente nata alla fine degli anni ’50 negli Stati Uniti.

Dall’osservazione della trasformazione della realtà quotidiana dei nuovi oggetti di consumo, porta la sua opera in spazi pubblici e li trasforma servendosi della capacità dei suoi supereroi di mettersi in rapporto con le architetture e svelando delle potenzialità evocative inesplorate di stanze, muri, passaggi, ambienti informali, luoghi storici. 

In particolare, questi anti-supereroi, che sotto la livrea marveliana nascondono una pelle imparentata non solo con la tradizione dello stucco, ma anche della grande ceramica siciliana, sono soprattutto capaci di disegnare nuove relazioni narrative tra pieni e vuoti, luci e ombre, condensazioni e rarefazioni.

Mentre Capitan America lotta contro il suo avversario, sembra misurarsi nel contempo con Hermes, dio degli atleti e dei viaggiatori, messaggero dell’Olimpo.

È una lotta dell’anima: chi prevale in questo scontro cruento? Il soldato inventato dalla propaganda americana durante la Seconda Guerra Mondiale o il dio dalle molte risorse (polýtropos), gentilmente astuto, predone, guida di mandrie, apportatore di sogni, osservatore notturno?

Gli eroi metropolitani delle città americane raccontate da chi tornava in Sicilia si mescolano alla memoria arcaica dei paladini che lottavano contro le invasioni dei mori.

C’è sempre, come nella serie “Ritorneremo”, una stratificazione di messaggi, che corrisponde alla combinazione di diverse tecniche e materiali, tutti strettamente legati all’identità, ma che confluendo in un messaggio coerente alludono a una potente riflessione sulla nostra storia: luminarie e soldati, vecchie immagini delle città bombardate e supereroi, convivono in una sorta di sincretismo iconografico assolutamente nuovo. 

La mostra è inclusa nel prezzo di biglietto di ingresso al castello e visitabile dal martedì alla domenica, in orario di apertura del complesso monumentale.

non-vogliamo-altri-eroi-uomo-ragno-spiderman-rosso-ragnatela

L’artista

Domenico Pellegrino, nato a Mazzarino nel 1974. Vive e lavora a Palermo.

Artista pop, che ha fatto delle tradizioni popolari il suo marchio, è riconosciuto a livello internazionale.

L’edizione 2019 della Biennale d’arte di Venezia ha ospitato la sua Sicilia di luce, realizzata in legno o metallo e luminaria, diventata una icona contemporanea, un nuovo simbolo dell’accoglienza e simbolo di speranza.

La Disney lo ha scelto per firmare l’installazione luminosa per l’anteprima mondiale dell’ultimo movie della saga di Starwars, esposta nel dicembre 2019 a piazza Duomo a Milano.

Nel corso della propria carriera, Pellegrino si è espresso attraverso l’utilizzo di un’ampia gamma di tecniche, come ad esempio scultura, pittura, installazioni e digitale e l’utilizzo di differenti materiali.

Pellegrino crea “Macchine sceniche”, come definisce le installazioni urbane dell’artista il critico d’arte Aurelio Pes: ”Grandiose opere, progettate per uno spazio molto più ampio di quello teatrale, costituendosi piuttosto come immagine germinante nelle piazze delle città; e, perfino, nei vicoli della miseria e nei covi del degrado“.

Le installazioni urbane di Domenico Pellegrino irrompono nella scena, illuminando o colorando un luogo, una piazza o un porto.

Tra le ultime ci sono:

  • Genius Panormi, scultura permanente esposta all’Orto Botanico di Palermo, installazione su commissione da Disney Italia per la preview mondiale del film “Starwars” (dicembre 2019, Milano piazza Duomo)
  • Il faro del Pellegrino, installazione luminosa permanente nella storica palazzina dei “4 Pizzi” della famiglia Florio a Palermo

Informazioni

Castello di Santa Severa
SS1 Via Aurelia, Km 52,600
00058 – Santa Marinella
Tel: 06-39967999

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: