Arte

Un’opera d’arte in cambio di una donazione per lo Spallanzani

Carpino, Petrucci e Carloni, all’asta le loro opere per lo Spallanzani

Arte per la Libertà, il grande cartellone che unisce i festival “Voci per la libertà” e “Deltarte” con musica e arte a favore dei diritti umani, ha deciso di mobilitarsi con una iniziativa di solidarietà in concomitanza con “Restiamo a casa Live”, le dirette quotidiane che ogni giorno animano i pomeriggi con le performance degli artisti del festival. 

Dai social network di Arte per la Libertà è stata così lanciata “L’arte unisce”. Fanno parte di questa asta benefica anche i 3 artisti romani Violetta Carpino, Ivano Petrucci e Alessandra Carloni, che hanno deciso di devolvere le loro donazioni all’Ospedale Spallanzani di Roma, uno dei centri italiani che fin dall’inizio dell’epidemia si è contraddistinto, combattendo in prima linea per salvare la vita delle persone infettate, con ottimi risultati.

Il calendario delle aste online

Questo il calendario delle aste:

  • Martedì 14 aprile – Ivano Petrucci 
  • Giovedì 16 aprile – Violetta Carpino 
  • Sabato 18 aprile – Alessandra Carloni 

L’asta a rialzo durerà 24 ore, dalle 12 alle 12; vi si potrà accedere sul profilo Instagram dell’artista proponendo il proprio prezzo tramite un commento. Per ogni opera si renderà noto per tempo la base d’asta. Terminata l’asta, si effettuerà il bonifico direttamente allo Spallanzani di Roma.

La curatrice del festival Melania Ruggini commenta: “Il mondo dell’arte, dagli artisti ai collezionisti al pubblico in generale, possono contribuire nel loro piccolo con questa asta online attraverso una piccola eppure significativa donazione per sostenere lo sforzo del personale sanitario da mesi in prima linea contro l’emergenza Coronavirus. In cambio ci si porta a casa un’opera firmata da un artista italiano. Il ricavato andrà devoluto interamente in beneficenza alle strutture individuate dai nostri artisti”.

Gli artisti coinvolti nel progetto

Violetta Carpino

La giovane pittrice romana Violetta Carpino partecipa con un disegno dal titolo “L’unica soluzione” che è al tempo stesso un simbolo di forza e di speranza.

L’opera è stata realizzata subito dopo l’annuncio della quarantena da parte del Governo italiano.

L’artista ha voluto prendere una posizione ben definita: “A favore dei nostri nonni, per i medici che stanno lavorando con coraggio incessante, esposti continuamente al rischio, per le persone che amiamo: restiamo a casa. Felici di farlo per tutti loro, felici di farlo per tutti noi”.

Un inno alla grande forza di volontà e al coraggio che tiene unito lo stivale, da Nord a Sud. L’Italia è rappresentata attraverso la potenza di 2 corpi, quello maschile e quello femminile, che restano idealmente uniti e si tendono le mani nonostante le difficoltà del momento.

Ivano Petrucci

Ivano Petrucci partecipa con il disegno “Lenta attesa”. “Ho ritenuto opportuno offrire un piccolo contributo contro la lotta al Covid-19 aderendo alla bella iniziativa di #iorestoacasalive, curata dall’associazione Voci della Libertà realizzando in diretta un’opera pittorica su carta. Ho deciso di devolvere il ricavato all’Ospedale Spallanzani di Roma, in modo da incrementare un concreto aiuto alla struttura”.

Lenta attesa” rappresenta ciò che più ci manca in questo momento di cui tutti abbiamo estremo bisogno: un abbraccio. “Tema da me già espresso in altre opere anche se in questo particolare momento, in cui le nostre emozioni sono più autentiche rispetto a prima e dove tutti noi siamo psicologicamente messi alla prova, è un contatto affettivo che manca in maniera molto forte. In questa lenta attesa, per molti l’abbraccio acquista una grandissima importanza” conclude Ivano.

Alessandra Carloni

La celebre street artist romana Alessandra Carloni ha già aderito ad alcune campagne dI solidarietà per gallerie ed associazioni.

In questo caso partecipa con una carta amatruda di Amalfi, dipinta a olio, del 2019.

L’opera fa parte di un ciclo di piccole opere su carta chiamato “Box stories“, in quanto la carta è inserita all’interno di una scatola che fa da cornice. Anche per lei è importante donare a favore dell’ospedale della sua città.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: