Cultura

Fiera di Roma: “Siamo zona rossa dell’economia, chiediamo dignità”

Chiediamo a gran voce al Governo dignità per il nostro comparto“. Pietro Piccinetti, Amministratore unico e Direttore generale di Fiera Roma, lancia l’allarme per il comparto del turismo nazionale, colpito mortalmente dall’abbattersi del Coronavirus sul nostro Paese. “Il turismo, che rappresenta  il 13% del Pil e il 15% dell’occupazione del nostro Paese è il vero petrolio dell’Italia e il turismo business – quello di fiere congressi ed eventi – ne è il segmento più strategico. Oggi, a causa della diffusione del CoronaVirus – con 776 congressi rinviati e 1420 annullati, 22 fiere annullate, 71 posticipate e 30 a rischio, siamo in profonda difficoltà: dobbiamo a tutti gli effetti essere considerati zona rossa dell’economia“.

Per quel che riguarda il nostro comparto nello specifico” continua Piccinettil’auspicio è che l’emergenza riporti sotto gli occhi di tutti la necessità di chiarire il ruolo delle fiere e del segmento congressuale in Italia. […] Le fiere, realtà private con soci pubblici che operano in mercati altamente concorrenziali, verrebbero con l’attuale normativa condannate a morte, non potendo garantire per la contingenza buone performance economiche per l’anno in corso rispetto ai principali player internazionali“.

pietro-piccinetti-fiera-di-roma-2020-1

Pietro Piccinetti, Amministratore unico e Direttore generale di Fiera Roma

Ricordo ancora che siamo soggetti privati che operano per l’interesse generale: le fiere sono il vero volano del sistema-paese e costituiscono una piattaforma fondamentale, tanto più in un momento di crisi economica, per far sviluppare e consolidare il business delle imprese italiane da un lato e per attirare gli investimenti di operatori esteri in Italia, operando in una crescente situazione di concorrenza  a livello mondiale.

“Appare quindi essenziale” conclude Piccinetti “che, come stabiliscono le norme e i principi vigenti dell’Unione, il sistema fieristico italiano continui ad essere regolato dalla speciale disciplina fissata in ambito europeo e non dal D.Lgs.175/2016. Diversamente,  le fiere italiane subirebbero un danno enorme e vedrebbero compromessa la propria attività in ambito nazionale e internazionale“.

The Parallel Vision  ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...