Vintage&Artigianato

Vintage un tanto al chilo: arriva VinoKilo a Testaccio

Sbarca per la prima volta a Roma VinoKilo – Vintage Kilo Sale, un evento che porterà nella Capitale più di 6000 pezzi unici (circa 4 tonnellate di merce) da acquistare rigorosamente al chilo. Dalla Germania arriva dunque l’idea per ridurre l’impatto ambientale procurato dall’industria della moda fast-fashion, tra le maggiori responsabili di danni all’ecosistema.

VinoKilo – Vintage Kilo Sale è grande iniziativa guidata da un gruppo di giovani sognatori che, dopo il successo europeo e la sua prima tappa italiana a Milano, giunge a Roma sabato 1 e domenica 2 febbraio, dalle 11 fino alle 20 presso la Città dell’Altra Economia. Tutti gli appassionati di vintage e attenti all’ambiente sono invitati a non perdere l’appuntamento con l’evento che prevede anche tanto intrattenimento ad ingresso gratuito con food trucks, stand degustativi di vino naturale, attrazioni per bambini, djset e musica dal vivo.
1-2Feb_VinoKilo_CittàDell'AltraEconomia_6Un’offerta-preludio all’area dedicata al Vintage Kilo Sale, visitabile dal pubblico con un biglietto di soli 2 euro. Armati di buste eco-solidali e con un piccolo budget a disposizione, potete prepararvi a immergervi nella ricerca del capo cult che cercavate da sempre. Un chilo di vestiti, qualsiasi essi siano, verrà a costare solo 40 euro. Perché acquistare capi di abbigliamento vintage significa pensare all’ambiente e ridurre notevolmente l’impatto ambientale che l’industria di riferimento ogni anno registra in negativo con la politica del fast-fashion.

L’azienda tedesca recupera dalle discariche tessili del globo i vecchi abiti in disuso e, inserendoli in un processo di riqualificazione li riporta a nuova vita, pronti per esser esposti in modo creativo e innovativo nell’ambito di eventi pop-up organizzati nelle maggiori città d’Europa. In poco più di 4 anni di attività VinoKilo ha raggiunto risultati incredibili con numeri di vendite da capogiro, che segnano l’inizio di una vera e propria rivoluzione nel settore.

“Con ogni chilo venduto, riportiamo in vita quelli che sarebbero stati i rifiuti tessili, nonché la più grande fonte di inquinamento dopo l’industria petrolifera”, afferma Robin Balser, CEO e fondatore di VinoKilo che conclude dicendo: “Finora, siamo riusciti a rimettere 154 tonnellate di vestiti negli armadi dei nostri clienti, ma il nostro obbiettivo è ben maggiore, considerando che esiste un potenziale di circa 800 milioni di tonnellate di abbigliamento inutilizzabile in tutto il mondo“. Obiettivo del progetto è quello di innescare un ciclo di vita infinito per gli indumenti, rendendoli accessibili al grande pubblico.

Appuntamento presso la Città dell’Altra Economia in Largo Dino Frisullo (zona Testaccio).

The Parallel Vision  ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: