food

Arriva il momento della Sagra dell’Uva, dal 1925 l’orgoglio di Marino

Torna puntuale con la prima domenica di ottobre la Sagra dell’Uva di Marino, un appuntamento che dal 1925 celebra la vendemmia e il vino dei Castelli, oltre al principale avvenimento storico della città, ovvero la vittoria della Battaglia di Lepanto.

Quest’anno la 95esima edizione della Sagra si terrà da venerdì 4 a lunedì 7 ottobre e sarà dedicata al compositore Giacomo Carissimi, che ebbe i suoi natali (1605) nella città di Marino dove visse la sua giovinezza, ricevendo i suoi primi insegnamenti musicali da Aurelio Briganti Colonna, Alessandro CapeceFrancesco Manelli, musicisti attivi nella città a quel tempo feudo della famiglia Colonna.
cantina-imperatori-frascati-vino-vendemmia-roma-2019Al momento il programma completo della festa non è stato ancora reso noto, ma di sicuro ci saranno come ogni anno la sfilata storica, il “miracolo” del vino che sgorga dalle fontane e un concerto durante la giornata conclusiva dell’evento. Come per l’edizione 2018, inoltre, per i non residenti a Marino ci sarà un biglietto di 3 euro da pagare per accedere alla Sagra nella sola giornata di domenica 6 ottobre (sono esenti dal pagamento i minori di 12 anni e i diversamente abili con il relativo accompagnatore).

La Sagra dell’Uva nasce nel 1925 da un’idea di Leone Ciprelli che volle associare i fatti più importanti che erano in relazione con il mese di ottobre e Marino: la vendemmia e il vino (importante fonte economica della città) e la battaglia di Lepanto. Per questo fu scelta la prima domenica di ottobre per commemorare questa ricorrenza: domenica 7 ottobre 1571, infatti, nel mare greco del golfo di Lepanto la flotta cristiana della Santa Lega, nella quale Marcantonio Colonna fu luogotenente della flotta pontificia, riuscì a battere la flotta moresca e fermare definitivamente l’avanzata turca in Europa.

L’idea di far sgorgare il vino dalle fontane di Marino fu ripresa da Leone Ciprelli dall’antica pratica di usare le statue e le fontane per versare il vino durante le feste del casato dei Colonna, famosi per i loro eccessi e lo sfarzo delle loro feste. Ciprelli istituì inoltre il corteo storico del trionfo di Marcantonio Colonna che uscendo da Marino si reca a Roma a ricevere gli onori dal Papa, come è rappresentato nel palazzo di Paliano.

The Parallel Vision  ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...