Arte

“Nothing but flowers”, Bankeri espone da Relais Rione Ponte

Relais Rione Ponte, in collaborazione con la galleria Emmeotto, inaugura la stagione espositiva 2019/2020 con il nuovo allestimento degli spazi che andranno a dividersi tra suites e camere, le quali ospiteranno opere degli artisti delle mostre precedenti e della collezione permanente del Relais (tra cui Barbara Salvucci, Renzo Bellanca, Keziat, Desiderio e Andreas Sonorer). Protagonista della nuova (di)visione spaziale è l’artista Bankeri con la mostra personale “Nothing but Flowers“, che ha inaugurato mercoledì 18 settembre.

Nothing but Flowers“, come si evince dal titolo stesso, è una mostra che parla di fiori, se pur con un certo approccio ironico. In esposizione opere di nuova produzione realizzate da Bankeri per la mostra e un’incursione dal passato, in cui già era presente la tematica in oggetto. Il paradigma comune è caratterizzato dalla trattazione delle forme e dalla padronanza della materia portate ad un livello di maturità tale da permettere all’artista di divertirsi articolandosi tra carte e tele, colori dai toni più diversi fino al fluo, la serigrafia e la sovrapposizione a più livelli di elementi fisici e mentali, in una contaminazione continua.
Immagine-Guida-copiaBankeri (Francesco Bancheri) vive e lavora a Roma. Dopo la maturità artistica al I° liceo artistico di Via Ripetta si diploma nel 2001 all’Accademia di Belle Arti di Roma in scenografia, approfondisce il suo interesse per la fotografia e opera anche come scenografo in differenti settori. In teatro, in particolare, nel 2005 firma le scene per l’edizione italiana dello spettacolo “Concha Bonita” con le musiche del premio Oscar Nicola Piovani.

Gran parte della sua ricerca si concentra sulla trasformazione del messaggio visivo indotto, specialmente quello mediatico. Giornali ridotti in ritagli sono riportati alla loro realtà di segni, trame e colori per essere usati come medium pittorico attraverso la tecnica del collage. Bankeri frammenta, taglia, incolla, strappa trasformando la carta di quotidiani e manifesti in qualcosa di immaginifico, di “diverso”, nel quale ogni riferimento al messaggio “forzato” sparisce.

Nothing but Flowers“, a cura di Valentina Luzi, sarà visitabile al Relais Rione Ponte fino a venerdì 31 gennaio 2020 in Via Giuseppe Zanardelli 20 (zona Piazza Navona). L’ingresso è libero, su appuntamento.

The Parallel Vision  ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...